A CHI GIOVA SPUTTANARE IL TENENTE COLONNELLO FABIO CAGNAZZO? SARA' UN'INCHIESTA, SPERIAMO VELOCE E SCRUPOLOSA, A STABILIRLO

Fabio Cagnazzo, tenente colonnello dei carabinieri, capo della sezione catturandi dell'Arma del Gruppo di Castello di Cisterna, ha arrestato assieme ai suoi colleghi decine di camorristi. Molti di questi camorristi erano latitanti da anni, facevano parte dello speciale elenco dei trenta criminali più pericolosi. Molti erano del clan degli scissionisti. Fabio Cagnazzo lo conosco da anni. Persona schiva, riservata, attaccato alla divisa, con un senso dello Stato che ha servito finora fuori dal comune. Apprendere che c'è un rapporto di polizia giudiziaria sul tavolo di un magistrato che lo accusa di essere stato troppo tenero con un clan della camorra (lo scrive oggi il Corriere del Mezzogiorno) mi intristice, sconcerta, sgomenta. Se fosse vero, accertato, stabilito da un giudice, non ci crederei. Siccome siamo a livello di accuse, di iscrizione del tenente colonnello nel registro degli indagati come atto dovuto, e, siccome mi pare di capire che si tratta di accuse che arriverebbero da chissà quali collaboratori di giustizia, allora mi viene da pensare. E se ci fosse un piano per eliminare un investigatore che, numeri alla mano, è tra i migliori in circolazione? Per me Cagnazzo è una persona perbene. Spero esca da questo incubo quanto prima. E spero che se, come penso, verrà stabilito che quanto detto dai pentiti sono tutte fandonie, si cerchi di capire a chi giovava sputtanare Cagnazzo. Siamo oramai all'assurdo. Il generale Ganzer del Ros accusato di essere un narcotrafficante, Mori amico di Totò Riina e magari Provenzano, Cagnazzo addomesticato dai camorristi. Ma che paese è questo?

Commenti

Anonimo ha detto…
Hanno toccato un Mito.Credo ancora nell'Arma dei Carabinieri proprio perche' vi sono Ufficiali come il Colonnello Cagnazzo.Ormai e' un punto di riferimento per tutti i Carabinieri e in piu' per quelli che lo hanno conosciuto e lavorato con Lui.E' sempre in prima linea con i suoi uomini, rischia la pelle in prima persona, e' temutissimo dai malavitosi e, purtroppo avendosi fatto il nome qualcuno, per invidia e per togliersi dalle scatole un Ufficiale come lui lo vogliono sputtanare.Ce ne fossero di Colonnelli Fabio Cagnazzo, 10-100-1000-10000 Fabio Cagnazzo, per chi lo ha conosciuto Brig.Capo massimo CAPUOZZO
Anonimo ha detto…
Non solo condivido quanto Lei ha scritto, ma al pari di Lei, sono indignato, sconfortato ed INCAZZATO. Il Colonnello CAGNAZZO, lo conoscono tutti, dagli onesti ai disonesti, per essere quello che è: un grande investigatore, una persona per bene, che è riuscita a marcare di legalità un territorio che forse, dopo questo colpo di mano, tornerà all'imbarbarimento peggiore. Ha contribuito con i suoi collaboratori, a dare continui e tangibili segnali su come si fa la lotta alla camorra. Tutti lo sanno e lo hanno conosciuto per un ufficiale operativo, sempre in prima linea, mai malato di protagonismo ma protagonista di una lotta che puo' combattersi solo se si è armati dell'arma più convincente: l'onestà. A questo aggiungiamoci un acume investigativo non comune, una conoscenza del territorio che pochi possono vantare, un'estimazione comune ed istituzionale che, improvvisamente - e stranamente - adesso viene meno? Lei, dott.Chiariello, ha ben inquadrato il problema e, soprattutto, il titolo del suo intervento, sintetizza una vicenda dai contenuti prevedibili ma che di fatto, allo stato attuale, non puo' che portare degenerazione e tristezza a chi, come me, crede ancora nella giustizia, nell'onestà e nella professionalità. Colonnello, Grazie, e continui sempre ad essere quello che è e che è stato. Un grande esempio!
Anonimo ha detto…
e' un paese del cazzo! ...se deve funzionare così allora ogni persona che subisce un reato deve essere lasciato al suo destino..altrimenti da persona per bene ti ritrovi indagato...'nto culo a tutti quelli che credono a queste storie e a quelli che sputtano gratuitamente i lro colleghi...
Anonimo ha detto…
Conosco Cagnazzo ed e' come dici tu, vogliono togliere di mezzo un investigatore, forse, no forse, ma il migliore in Italia che ha l'Arma dei carabinieri e, adesso che hanno capito di aver "Toppato" vogliono far passare il trasferimento a Foggia come un premio ma in realta', come si usa nell'Arma, accondiscendente con i poteri forti dello Stato, trasferiscono immediatamente chiunque basta che non si fanno nemici quei poteri.Brig. Capo massimo Capuozzo
Anonimo ha detto…
Fabio, un grande uomo, prima di ufficiale dell'Arma. attaccato agli alamari,SERVITORE dello stato, con lui ho lottato la criminalità siciliana con lodevoli successi. Dormivano e cenevamo nel suo ufficio sempre a combattere, pronti a partire. A cosa è servito tutto questo? Grazie Stato per esserti ricordato di lui. fabio cagnazzo, anzi Tenecolonello Fabio CAGNAZZO ero e sarò sempre con te da un tuo fedele collaboratore.
Anonimo ha detto…
I Cagnazzo sono stati sempre in Campania un fratello a Nocera Inferiore un altro ora sta al ros e il loro padre a comandato vari reparti della Campania sicuramente qualcosa ci sta sotto ………..e poi il dott. Cannevale nn e uno stupido
giuseppe ha detto…
INFANGARE IL NOME DI UN PRESTIGIOSO E ONORATO TENENTE COLONELLO DEI CARABINIERI E' SOLO DA VERGOGNIARSI CAGNAZZO E UNO DEI POCHI CHE FA NUMERI MA TANTI NUMERI NEL AMBITO INVESTIGATIVO QUANTI CRIMANALI A ARRESTATO "TANTI" QUANTA DROGA A SEQUESTRATO "TANTA" ED E' BASTATA LA PAROLA DI UN PENTITO PER INFANGARE IL NOME DI UNA FAMIGLIA ONORATA COME QUELLA DEL TENENTE COLONELLO CAGNAZZO FABIO. ONORE E GIUSTIZIA . FIRMATO GIUSEPPE IANNONE
Anonimo ha detto…
mi chiamo antonio imprenditore di napoli ,grazie al colonello fabio cagnazzo mi sono liberato da estorsori e usurai. se il colonnello e colluso io smetto di combattere la mia guerra contro gli estorsori e gli usurai;colonello difendi la tua onesta e continua a difendere tutti coloro che credono nella giustizia ciao antonio zucchini
Anonimo ha detto…
Sara anche un ottimo investigatore, ma ti chiedo perché una persona dell’ arma di Napoli del comando provinciale si e preso la briga di andare a castello di cisterna e parlare con il magg.subito dopo le prime dichiarazioni del pentito? Qualcosa non va non credi………..
Anonimo ha detto…
fabio cagnazzo e vittorio pisani la camorra si è liberata dei 2 poliziotti più attivi sul teritorio campano ,tempo ci hanno messo ma la politica corrotta ha vinto ,ma noi poveri cittadini rimaniamo sconfitti è delusi .poveri noi comuni mortali.
Anonimo ha detto…
IL MIO COMPITO MI IMPONE DI NN COMMENTARE MA UNA O DUE COSE LE VOGLIO DIRE IL COLONNELLO CAGNAZZO E' XSONA SERIA E X BENE HA FATTO SEMPRE IL SUO DOVERE E GLI ADDETTI AI LAVORI LO SANNO E LO SANNO ANKE I COLLABORATORI E LO RISPETTANO ANKE I MALAVITOSI..!!HA FATTO SEMPRE IL SUO DOVERE IN MODO SANO INFISKIANDOSENE DI KI SI TROVAVA DI FRONTE!!ESISTONO COLLABORATORI E COLLABORATORI....QUINDI KI DEVE GIUDICARE GIUDIKI UN UOMO KE HA FATTO DEL SUO LAVORO UNA RAGIONE DI VITA!!SEI UN GRANDE UOMO FABIO CON O SENZA DIVISA...E LA GENTE LO SA...!!!!E DETTO DA ME ASSICURO A TUTTI KE HA UNA VALENZA..!!
Anonimo ha detto…
IL COL. FABIO CAGNAZZO E' UN GRANDE COMANDANTE DI UOMINI. E' IL COMANDANTE CHE SA FARE IL CARABINIERE. IO HO AVUTO L'ONORE DI LAVORARCI A NOLA PER 4 ANNI PRIMA CHE ANDASSE A CASTELLO DI CISTERNA. E ORA SAPERE CHE ANCHE IL PADRE E' INDAGATO, MI FA DUBITARE SERIAMENTE CHE C'E' UNA REGIA PRECISA PER STRONCARLI. FABIO CAGNAZZO HA ARRESTATO MOLTA GENTE CON I SUOI UOMINI E' ARRIVATO FINO ALLE PORTE DI NAPOLI. MOLTA GENTAGLIA NON LO PUO' VEDERE E MOLTA DI PIU' LO ADORA. A NOLA LO CHIAMAVANO IL GUERRIERO E CONOSCENDOLO VINCERA' ANCHE QUESTA DURA PROVA.

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.