giovedì 12 aprile 2018

IL TESORO DEI CASALESI TROVATO DALL’ANTIMAFIA IN TRANSILVANIA

Sono due fratelli. Sono originari di Aversa, bellissima città che conobbe i suoi fasti in epoca di dominazione normanna. Si chiamano Nìcola e Giuseppe Inquieto, 43 e 48 anni. Sono due imprenditori. Grossi investimenti immobiliari nell'Est Europa. Case, ristoranti, grande distribuzione, centri benessere in Romania. Un patrimonio di qualche decina di milioni di euro. Tutto sequestrato. Gli Inquieto sono stati arrestati all'alba dagli uomini della Dia (Direzione investigativa antimafia) di Napoli assieme ai loro colleghi rumeni. Sono ritenuti dai magistrati della

Procura antimafia gravemente indiziati di appartenere al clan dei casalesi, quella che fa capo al boss Michele Zagaria, l'ultimo dei padrini mafiosi casertani in cella al 41 bis da anni.  

 


giovedì 1 marzo 2018

NAPOLI PAGHERÀ I SUOI DEBITI, MA QUELLI DELLA RICOSTRUZIONE DEL 1980 LI PAGHI IL GOVERNO

Il sindaco di Napoli fa bene a dire al Governo nazionale (quale che sia e se davvero é un governo nazionale) che i debiti milionari della Ricostruzione post sisma del 1980 e le emergenze rifiuti degli anni Novanta e di inizio del terzo Millennio li deve pagare lo Stato.

ITALIANI BRAVA GENTE....DEI NAPOLETANI NON SAPREI!

Ci sono tre napoletani quasi certamente sequestrati da quattro agenti della «Policia municipal» di Tecalitlan (arrestati) che per soldi li avrebbero poi “venduti” a qualche banda che controlla ogni traffico criminale nello Stato Federale di Jalisco, sud del Messico.

LA LISTA DEI MINISTRI APPASSIONA PIÙ DELLA LISTA DELLA SPESA

Se Luigi Di Maio avesse annunciato una lista di possibili ministri in caso di vittoria alle elezioni e non avesse reso noti questi nomi prima del voto gli avrebbero dato del pagliaccio.

lunedì 13 novembre 2017

I DOLORI DI DON MATTEO PER LE BANCHE ITALIANE CHE TRUFFANO I RISPARMIATORI

L’ex premier Matteo Renzi, segretario eletto democraticamente dai Dem in regolari congressi ma non si capisce perché poi contestato ogniqualvolta dice qualcosa di sensato, è alle prese con la vergogna italiana delle banche salvate con i nostri denari (parlo dei soldi degli italiani).

È COMINCIATA L'ERA DEL PROCURATORE SUSSURRO: NON PARLA IN TV MA CHIACCHIERA CON I GIORNALISTI DELLA CARTA STAMPATA


Lo Stato oggi a Napoli ha segnato una vittoria nella eterna guerra contro le organizzazioni mafiose: arresti di camorristi imprenditori (clan Mallardo), sequestri di beni per 50 milioni di euro (non bruscolini) che si spera vengano confiscati e poi in qualche modo restituiti alla collettività, interruzione di quel flusso enorme di risorse che venivano depredate al sud e investite nella nera economia legale al Nord. Ecco, davanti a questa vittoria lo Stato che fa? SILENZIO.

LA SANITÀ IN CAMPANIA È IN MANO ALLA CAMORRA E AI COLLETTI BIANCHI

Ripeto e riscrivo cose che pubblico e dico da anni anche nell’esercizio della mia professione. La sanità in Campania é in mano alla camorra. Parte considerevole dei dieci miliardi di euro spesi (buttati, sprecati) per servizi sanitari da quarto mondo (nel cosiddetto terzo mondo se la passano meglio) finisce anche nelle tasche di imprese, aziende non solo in odore di camorra ma quasi pubblicamente intestate in maniera fittizia a prestanome di camorristi. 

domenica 21 maggio 2017

E ORA VACCINIAMO ANCHE GLI IDIOTI DEL WEB IN SERVIZIO PERMANENTE EFFETTIVO

Ma tra i dodici resi obbligatori c'è anche il vaccino per immunizzare webeti, sfrantummati, chiattilli on line, sfrantecauallera della rete e conigli mannari della tastiera che sui social, spesso sotto mentite spoglie, vomitano valanghe di insulti, schizzano fango a destra e a manca e discettano dall'alto della loro sontuosa ignoranza di qualunque cosa:

IL NAPOLI DI SARRI, ECCELSO ESEMPIO DI ETICHE ED ESTETICHE VIRTÙ CALCISTICHE

Facile cantare le beate gesta di questo bel Napoli, eccelso esempio di etiche ed estetiche virtù calcistiche nel mediocre pianeta del pallone italico.

BASTA TERRORE MEDIATICO SULL'ERUZIONE DEL VESUVIO, PARLIAMO DI PREVENZIONE

Ogni tanto, più o meno cadenza semestrale, arriva lo scoop del piffero del giornalone inglese o americano che ci informa, udite udite, che c'è l'ennesimo scienziatone del sasiccio che ha scoperto che prima o poi il Vesuvio o Campi Flegrei erutteranno.

LA FUGA DI NOTIZIE? É LA FINTA FUGA DEI FINTI ATTORI DELLA SCENEGGIATA GIUDIZIARIA ITALIANA

Quando leggo delle inchieste aperte dalle procure italiane per la presunta fuga di notizie (notizie che scappano? E da dove scappano?) mi viene in mente un antico adagio napoletano... "Santa Chiara, ropp 'arrubbata, facetter 'e porte 'e fierro".

Ultimissime

IL TESORO DEI CASALESI TROVATO DALL’ANTIMAFIA IN TRANSILVANIA

Sono due fratelli. Sono  originari di Aversa, bellissima città che conobbe i suoi fasti in epoca di dominazione normanna. Si chiamano Nìcola...