lunedì 13 gennaio 2014

TERRA DEI FUOCHI & RIFIUTI TOSSICI INTERRATI DAI PADRINI DI GOMORRA, ORA SI SCAVA ACCANTO AL CIMITERO DI CASAL DI PRINCIPE

Ancora brutte notizie dalla cosiddetta Terra dei Fuochi. Corpo Forestale dello Stato e Carabinieri da questa mattina, su ordine della procura distrettuale antimafia di Napoli, iniziano una nuova campagna di scavi alla ricerca di altri siti inquinati dai rifiuti tossici interrati dalla camorra.

mercoledì 8 gennaio 2014

ABBIAMO RISOLTO IL DRAMMA DELLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE A NAPOLI: DROGA LIBERA E PUTTANE A GO GO

Puttane da gestire nelle case chiuse e locali da sballo. Si', quei locali dove la droga e' libera e legale. Posti dove ti fai e te ne vai. Se vuoi ballare, balli, altrimenti fumatina di marjuana, sniffatina di cocaina (la coca e' droga leggera? Boh!, chiederemo) e poi a casa dove t'aspetta mamma' e papa' per cena o la mogliettina. E se non hai nessuno che t'aspetta e hai qualche soldino in tasca, ti fai e vai a puttane. Prostitute legalizzate. Come la droga che ti fai, le-ga-liz-za-ta. A Napoli - informa una nota - nascono i comitati per la legalizzazione delle droghe leggere e della prostituzione. Motivazione nobile: sono mercati che vanno sottratti alla camorra. Ma certo! Non solo. I coffee shop (li chiamano cosi i locali da sballo) e le case chiuse - e' scritto sempre nella nota - saranno gestite da giovani disoccupati. Che e' una roba meravigliosa. In un solo colpo consenti ai drogati di drogarsi, ai puttanieri di andare a puttane, uccidi la camorra che lucra su questi traffici e praticamente abolisci la disoccupazione giovanile.
Una proposta fantastica lanciata dai primi comitati per la legalizzazione delle droghe leggere nati a Napoli. A promuoverli - i comitati - sono il leader degli ecorottamatori Verdi Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli, popolare conduttore radiofonico, artista e provocatore della radiazza, trasmissione cult su Radio Marte.
Cavolo ma una roba cosi' semplice perche' non era venuta in mente a nessuno prima? Ah, chissa' se legalizzeranno solo le puttane o anche i puttani.

domenica 5 gennaio 2014

STATALE 268, LA STRADA-CIMITERO CHE PORTA DRITTO ALL'INFERNO

Altri quattro morti. Un'altra strage. Un'altra volta sulla Statale 268 del Vesuvio, al km 23, in territorio del comune di Boscoreale. Questa volta sul selciato, dopo uno scontro frontale, restano Giovanni Tortora, 21 anni, di San Giuseppe Vesuviano, Mario Boccia, 23 anni, di San Giuseppe Vesuviano, Kowalski Krzysztof Jan, 25 anni, la madre Kowalska Dorate, 45 anni, entrambi polacchi, residenti a Boscoreale. Unica sopravvissuta una ragazza di 23 anni, ricoverata in condizioni disperate. Più che una strada la Statale del Vesuvio e' un cimitero. Il conto dei morti su questa strada l'abbiamo perso. Ogni tanto la chiudono, fanno indagini, provano a capire se e' davvero pericolosa, se e' sicura, poi pero' la riaprono come se nulla fosse mai accaduto. Ogni incidente stradale e' una strage. Ogni volta e' uno scontro frontale. Una carneficina.

sabato 4 gennaio 2014

NAPOLI E LA CAMPANIA, STORIA DEI SITI DEI BORBONE, DELLE RESIDENZE PER I BARBONI E DELLA POLITICA BARBONA

Abbiate pazienza. Vi chiedo di fare una lettura attenta di questo link: http://it.wikipedia.org/wiki/Residenze_reali_borboniche_in_Campania. Pochi minuti è il tempo di somministrazione di questa medicina. Potete farvi un'idea dell'immensa bellezza delle dimore borboniche in Campania. Poi se ne avete tempo vi consiglio di andare a visitarle di persona. Fatemi sapere, se volte o potete, i sentimenti che provate alla vista di Palazzo Reale a Napoli, la Reggia di Caserta, il sito di Carditello e tutti gli altri. 

venerdì 3 gennaio 2014

IL KAMASUTRA ELETTORALE E GLI ITALIANI BEATI E BEOTI CHE ASPETTANO

Doppio turno alla francese. Modello spagnolo. Sistema tedesco. Turno unico alla russa. Semi-presidenzialismo all'amatriciana. Mattarellum con gnocche alla borbone. Porcellum all'italiana. Proporzionale all'olgettina. Doppio misto con recupero maggioritario per deputati trombati. Basta chiedere in giro e chiunque, in Italia, ha una riforma elettorale pronta al varo.

Ultimissime

IL TESORO DEI CASALESI TROVATO DALL’ANTIMAFIA IN TRANSILVANIA

Sono due fratelli. Sono  originari di Aversa, bellissima città che conobbe i suoi fasti in epoca di dominazione normanna. Si chiamano Nìcola...