I DATI SCIENTIFICI DELL'ISTAT SULLE RAPINE A MANO ARMATA DICONO CHE LA LOMBARDIA È LA REGIONE PIÙ CRIMINALE D'ITALIA

Spesso vi ho parlato del pregiudizio, dell'ignoranza, persino della mala fede di certi media impegnati quotidianamente a condizionare piuttosto che a informare l'opinione pubblica su quello che accade al Sud. Non devo ripetere a chi vive nel meridione d'Italia o a Napoli, che ne è la capitale, che non siamo nella città del sole di Tommaso Campanella, che ci sono una marea di problemi, tutti più o meno risolvibili, ma certo non siamo la fogna d'Italia come di recente ha detto quel troglodita di sindaco di Cantù dal nome evocativo, Bizzozero.
 E non siamo nemmeno il cappio al collo semmai l'ultima risorsa per rianimare questo Paese con un piede nel fosso. Voglio provare a spiegare, però, perchè va fermato l'andazzo di atterrire l'opinione pubblica con notizie false e tendenziose, spesso fornite con crismi quasi scientifici anche se sono bufale di proporzioni bibliche. Un esempio? Le news sulla criminalità predatoria oltre che mafiosa che vogliono sempre il sud o Napoli come la capitale di rapine, furti, omicidi, stupri e qualunque altra attività turpe o illegale. Abbiamo detto che l'informazione deve fare un piccolo sforzo per educarsi e il Corriere della Sera l'ha fatto. Per fare un focus sulle rapine a mano armata, purtroppo spesso con feriti o morti, il quotidiano milanese invece di sparare la solita cazzata di Napoli capitale delle rapine, ha fatto una cosa normale. Ha preso una cartina geografica dell'Italia, l'ha divisa per regioni, e usando dati dell'Istat, non le mie chiacchiere ma dati ufficiali, ha fornito i numeri sul numero di rapine a mano armata. Ebbene, che cosa si scopre quando l'informazione svolge appieno il proprio ruolo? Che Napoli non è la capitale delle rapine a mano armata! Lo dice l'Istat ovvero l'Istituto nazionale di Statistiche, ente di ricerca pubblico. La regione dove si rapina di più ad opera di criminali armati è la Lombardia: 934 rapine nel 2015. A seguire, tra le regioni più violente, c'è la regione Lazio con 802 rapine. Seguono la Sicilia con 663 rapine, quindi la Puglia con 648 e poi la Campania con 483 rapine.
 
Insomma le città della Campania non sono la Svizzera dove va tutto bene ma nemmeno si può ancora continuare a dire che Napoli è la capitale delle rapine.
Se parliamo di contraffazione o anche di furti in appartamenti, le cose sono più o meno simili. Ma per ora ci fermiamo a questo dato. Nella speranza che la buona informazione possa contagiare tutti. Tanto sperare non costa niente, è gratis come l'onestà. 

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.