I BRIGANTI DELLA BRIGATA SARRI FARANNO LA PARTITA PIÙ BELLA, I TIFOSI INCITINO IL NAPOLI NON PERDANO TEMPO E SPRECHINO FIATO PER HIGUAIN

Napoli - Juventus al San Paolo deve essere una festa. Una partita di calcio che deve far innamorare chi ancora non l'ha fatto di questo sport. Il fatto che il Napoli, la città di Napoli, noi napoletani avremo oltre un miliardo di occhi addosso, tanti si stima saranno i telespettatori che vedranno il match di domani, deve farci riflettere su alcune cose importanti. Il modo in cui viviamo il calcio è un modello narrativo di Napoli inimmaginabile per quanto è attrattivo a livello globale. Napoli viene raccontata dagli stolti col pregiudizio o con un canovaccio già scritto. Ma non bisogna mostrarsi vittime di ipotetici complotti, perché se è vero che ci sono masnade di minus habens che ancora trovano spazio nei media per sfoggiare la loro losca ignoranza su una città tanto complessa quanto terrificantemente bella, è vero anche che ci sono una marea di innamorati di Napoli che la raccontano con passione e amore, senza peraltro risparmiarle critiche su sicurezza, servizi, accoglienza e altri aspetti che meritano rispetto e considerazione se si vuole migliorare. 
Il Napoli contro la Juventus è  anche una opportunità ottima per mostrare come il tifo dei napoletani non è solo tra i migliori al mondo per coreografie, colore, intensità ma anche per correttezza. È vero, non ci saranno tifosi avversari e dunque potrebbe essere anche più semplice tifare per il Napoli e sfottere la Juve. Ma i tifosi del Napoli hanno avuto modo di dimostrare la loro passione, proprio di recente, in stadi come il Bernabeu, facendosi apprezzare non tanto per la correttezza (scontata) ma per l'intensità, per la capacità di farsi sentire per due ore nell'impianto sportivo in cui i calciatori madridisti di norma sentono solo i loro aficionados. Insomma io spero e credo che sarà una bella partita di calcio. E spero che il Napoli giochi bene e vinca bene contro una grande del calcio come la Juve. Sarà uno spot per Napoli impagabile. Maurizio Sarri e i suoi calciatori sono capaci di ogni impresa, anzi sarebbero capaci di qualunque impresa, oggi e in futuro, se e quando acquisiranno, assieme al modulo tattico che hanno digerito, quella "cazzimma" che ancora non hanno nel loro codice genetico. Ho letto e leggo ancora troppe cose e troppo livore su Gonzalo Higuain. Capisco bene la passione e il tifo, comprendo anche il risentimento di chi si sente tradito a Napoli. Chi scrive è malato di Napoli, non tifoso. Epperó vi chiedo: ma se Higuain ha mostrato di essere solo uno che gioca per lo stipendio più alto, che non è attaccato alla maglia bensì a chi gli assicura la pagnotta migliore, che non amava stare a Napoli ma in una città come Torino che è più confacente al suo carattere, per quale motivo dovrebbe meritare dai napoletani un sentimento tanto nobile quanto forte come l'odio? Non diamogli alcuna importanza. Non merita alcuna considerazione. Bastano i fischi, gli sfottò e ad ognuno la sua vita. Voglio dire: se proprio abbiamo fiato, non lo sprechiamo per Higuain ma usiamolo per "caricare" gli 11 Briganti della Brigata Sarri. Ci sono ragazzi meravigliosi da incitare come Reina, Hamsik, Mertens, Callejon, Insigne, Koulibaly e tutti gli altri. Deve essere una festa dello Sport. Una festa per Napoli. E poi che vinca il migliore. Che per me è sempre e comunque il Napoli. 

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.