REFERENDUM, L'ITALIETTA DIVISA TRA ECONOMIST E FINANCIAL TIMES

L'Economist invita a votare NO, il Financial Times ci chiede di votare SI. Obama dice SI, Le Pen sostiene il NO. E in Italia noi gioiamo per il SI o per il NO espresso da chi oltre confine tifa per questo o quello schieramento che si fanno la guerra sul referendum del 4 dicembre.
A pochi giorni dal voto siamo ancora alla superficie della battaglia referendaria. Ancora ci sono milioni di italiani che non sanno per che cosa vanno a votare perché nessuno ha spiegato loro la riforma, perché non hanno idea di che cosa sia questa riforma costituzionale o perché hanno altro a cui pensare o per altri motivi. Dunque il Referendum, ad oggi, sarà deciso da chi se ne frega di tutto. Da chi non andrà a votare. Da chi andrà a votare non perché abbia capito per cosa vota per contro chi o cosa vota. La solita italietta.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.