POSILLIPO, RIDUCE UN RAGAZZINO DI 15 ANNI IN FIN DI VITA PERCHÉ USCIVA CON LA SORELLA: ARRESTATO 20ENNE DAI CARABINIERI

L'ha ridotto in fin di vita a calci e pugni. I medici dell'ospedale Fatebenefratelli hanno dovuto asportargli la milza spappolata per salvarlo. Quando è arrivato al pronto soccorso il ragazzino di 15 anni era quasi morto. Ora è in rianimazione e fuori pericolo.
A ridurlo con brutalità ad una maschera di sangue un 20enne. Ad assistere al pestaggio a Posillipo e a raccontarlo ai carabinieri è stata la fidanzatina del 15enne. Il bruto era suo fratello. Non voleva che il ragazzo di 15 anni uscisse con la sorella.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.