lunedì 28 novembre 2016

POSILLIPO, RIDUCE UN RAGAZZINO DI 15 ANNI IN FIN DI VITA PERCHÉ USCIVA CON LA SORELLA: ARRESTATO 20ENNE DAI CARABINIERI

L'ha ridotto in fin di vita a calci e pugni. I medici dell'ospedale Fatebenefratelli hanno dovuto asportargli la milza spappolata per salvarlo. Quando è arrivato al pronto soccorso il ragazzino di 15 anni era quasi morto. Ora è in rianimazione e fuori pericolo.
A ridurlo con brutalità ad una maschera di sangue un 20enne. Ad assistere al pestaggio a Posillipo e a raccontarlo ai carabinieri è stata la fidanzatina del 15enne. Il bruto era suo fratello. Non voleva che il ragazzo di 15 anni uscisse con la sorella.

Nessun commento:

Ultimissime

Tante meduse nel golfo di Napoli: un fenomeno naturale