'TRASFERTE' FINO A BARCELLONA PER I ROLEX,3 ARRESTI A NAPOLI DA QUARTIERI SPAGNOLI A MILANO E ROMA PER RAPINE

Ancora arresti per un altro gruppo di rapinatori specializzati in rapine di Rolex, che mettevano a segno i colpi con 'trasferte' da Napoli a Milano, fino a Barcellona e forse Roma. Dopo l'arresto dei presunti rapinatori di Lino Banfi e del notaio Luigi Pocaterra, la Squadra Mobile di Roma in collaborazione con quella di Napoli ha fermato tre napoletani di 28, 29 e 50 anni, tutti con diversi precedenti, due dei quali vivevano nei Quartieri Spagnoli. I tre sono ritenuti responsabili di una serie di rapine commesse a Milano nel novembre 2012, per un valore complessivo di 100mila euro, ma secondo gli investigatori potrebbero averne commesse altre tre anche a Roma, sempre per sottrarre gli orologi di lusso, nei quartieri bene di Prati e Parioli. Il leader della banda era il 28/enne di cognome 'Capo', che a Barcellona era stato gia' arrestato e processato nell'ottobre scorso per un'altra rapina di una Rolex da 25mila euro, ma aveva fornito un falso nome. L'uomo e' stato arrestato dagli agenti della Mobile a Procida, dove si trovava con la famiglia in vacanza. Si indaga anche sui basisti delle varie citta', che 'fiutavano' il possibile colpo davanti a studi legali tribunali, fornendo indicazioni logistiche. Le vittime venivano poi seguite dai rapinatori a bordo di scooter rubati, i quali agivano con la minaccia di una pistola.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.