RESTIVO PRENDE LA PAROLA IN AULA E DICE: SONO INNOCENTE, NON HO UCCISO ELISA, CHIEDO ALL'ASSASSINO DI COSTITUIRSI. POI AGGIUNGE: VOGLIO PORTARE I FIORI SULLA TOMBA DI ELISA

Danilo Restivo prende la parola in aula a Salerno, al processo il Corte di Assise d'Appello, dove e' imputato e gia' condannato in primo grado a trenta anni di reclusione per l'omicidio di Elisa Claps, e rende dichiarazioni spontanee. Quando prende la parola escono dall'aula la madre e il fratello di Elisa. Lui si protesta innocente e si appella all'assassino: costituisciti. Poi dice che il suo sogno sarebbe quello di portare i fiori sulla tomba di Elisa, perche' era sua amica e le voleva bene.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.