NAPOLITANO RIELETTO CAPO DELLO STATO, ORA TOCCA FARE UN GOVERNO OPPURE ANDARE AD ELEZIONI SUBITO

Giorgio Napolitano dovrà disfare le valige, rimettere tutto a posto al Quirinale e mettersi l'animo in pace: l'Italia ha ancora bisogno di lui. Per la prima volta nella storia della Repubblica un Capo dello Stato viene rieletto. E così Napolitano non può traslocare perchè dovrà trascorrere anche i prossimi sette anni sul Colle più alto di Roma. Aveva provato in tutti i modi ad evitarlo ma la classe dirigente di questo Paese è senza bussola. E  lui è apparso come l'unica ancora di salvezza per evitare il baratro politico, morale, economico. Il 25 giugno prossimo Napolitano compirà 88 anni. Lunga vita a Giorgio Napolitano e buon lavoro a questo signore che il 10 maggio del 2006 fu eletto undicesimo Presidente della Repubblica Italiana alla quarta votazione con 543 voti su 990 votanti dei 1009 aventi diritto. Questa volta di voti ne ha ricevuti 738, segno della stima, dell'autorevolezza e della dirittura morale di un uomo che ha saputo essere elemento di garanzia per tutti gli italiani.  Non voleva assolutamente ripetere l'esperienza al Quirinale, l'ha più volte rifiutato ma poi di fronte allo spettacolo deprimente, vergognoso offerto dal nuovo Parlamento e segnatamente da un partito che è riuscito a bruciare personalità politiche che certo meritavano maggiore attenzione e rispetto come Romano Prodi e Franco Marini, non si è più potuto tirare indietro. Ora però comincia la parte più difficile.
Abbiamo un nuovo Capo dello Stato, nella pienezza delle sue funzioni. Occorre un governo. Le forze politiche sono quelle che conosciamo. Un Pdl rinfrancato sia dalla mancata sconfitta elettorale che dalla battaglia per il Quirinale, un M5S che ha vinto le elezioni e nei fatti ha mostrato coerenza e grande capacità di cogliere la voglia di cambiamento del Paese, un Pd che non ha vinto le elezioni e che è in grande confusione e senza segretario e Scelta Civica in rotta. Queste forze politiche da più di 50 giorni sono state incapaci di dare un Governo al Paese. Per loro il tempo è scaduto. O fanno un governo o restituiscano la parola agli elettori. E speriamo che Napolitano sappiamo farsi sentire con la consueta autorevolezza. Ancora una volta un napoletano doc di nome Napolitano avrà il compito arduo di restituire all'Italia la credibilità e l'onore che questi politici nuovi di questi nuovo Parlamento le hanno tolto con i loro comportamenti inconcludenti.


Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.