STRADE DISSESTATE E SCUOLE A RISCHIO A NAPOLI, FONDI COMUNE GIUNTA AUTORIZZA L'UTILIZZO DI 2 MILIONI E 800 MILA EURO

La giunta comunale di Napoli ha approvato due delibere con cui si autorizza l'utilizzo della somma complessiva di oltre 2 milioni e 800 mila euro per la realizzazione di interventi indispensabili, urgenti e non piu' rinviabili di manutenzione straordinaria di edifici scolastici e di strade cittadine. Da dirigenti scolastici, municipalita', polizia locale, cittadini e associazioni, provengono infatti segnalazioni di interventi indispensabili, urgenti e non piu' rinviabili di manutenzione straordinaria di edifici scolastici e di strade cittadine a cui l'amministrazione ha inteso dare risposta con i due provvedimenti. Per le strade cittadine si tratta di dissesti stradali, alle volte semplici buche, alle volte danni piu' ampi, che rendono la circolazione pericolosa per l'incolumita' degli utenti. Se per gli interventi tampone sulle piccole buche e' stata attivata la Napoliservizi, c'e' bisogno comunque di intervenire con 'rappezzi in conglomerato bituminoso' su tratti stradali interessati da concentrazione di buche e dissesti di tombini, utilizzando imprese specializzate del settore. I fondi investiti per questi interventi sono cosi' ripartiti: 850.000 euro per strade primarie e 400.000 euro affidati direttamente dal Comune alle 10 municipalita' (40.000 euro a ciscuna municipalita') per interventi urgenti di sistemazione dei dissesti delle strade secondarie. Con un'altra deliberazione, sempre approvata ieri sera, sono stati investiti 365.566 euro per ripavimentazione delle strade di Via de Amicis, di parte di via Jannelli e rampa uscita tangenziale su via Pietravalle, riutilizzando il ribasso di una precedente gara di appalto per le strade. Quindi gli interventi per la messa in sicurezza delle strrade ammontano a 1 milione e 600 mila euro. Nella prima delibera sono previsti, inoltre, interventi sugli edifici scolastici per lavori urgenti e non piu' rinviabili volti a garantire la tutela della sicurezza degli alunni e il regolare svolgimento dell'attivita' didattica, con l'impegno economico di circa 1.500.000 euro. Saranno interessati circa una ventina di istituti segnalati dalle dieci municipalita'.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.