CHIUDE COMANDO NAVALE NISIDA, CERIMONIA A NAPOLI ITALIA PERDE UNA POSIZIONE. SEDE TRASFERITA IN GRAN BRETAGNA

Nel cerimoniale Nato la commozione non e' prevista, e nessuno dei marinai schierati sul piazzale del Comando Marittimo Alleato, a Nisida ha le lacrime agli occhi. Ma l' atmosfera e' triste. Il Comando Navale della Nato lascia Napoli dopo 42 anni, Nisida dopo 41. In codice Nato si chiama ''Headquarters' deactivation''. ''Colpa dei tagli imposti dalla ristrutturazione dell' Alleanza Atlantica, che hanno ridotto il budget del 40% e gli uomini da 13 mila ad 8 mila'', dice l' ammiraglio Rinaldo Veri, ultimo Comandante dell' HQ JFC Naples, nome in codice Nato della struttura. Da Nisida smobilitano 180 militari di 19 Paesi; 30 gli italiani. Saranno trasferiti al nuovo Comando Interforze (JFC Naples) di Lago Patria, oppure riassegnati alle forze armate dei Paesi di provenienza. Sull' isolotto di fronte alla costa di Coroglio, in una zona a forte vocazione turistico-balneare trasformata in base militare, restera' un Comando logistico della Marina italiana. Lo conferma il sindaco Luigi De Magistris ai giornalisti. Ma sara' un' altra storia. Quella della Nato a Nisida finisce oggi, con la bandiera blu con le stelle gialle dell' Alleanza che viene ammainata e ripiegata insieme a quella dell' ammiraglio Veri tra tocchi di campana, e colpi di fischietto. Per la signora Rita, consorte del Comandante, il cerimoniale Nato prevede un bouquet di rose rosse. 41 anni dopo le operazioni navali della Nato saranno dirette da Northwood, un sobborgo di Londra, dove nel 1953 si insedio' il Comando Nato per l' Atlantico Orientale. L' Italia, che per tradizione esprimeva il vertice della struttura, perde un Comando a tre stelle. ''E' cosi'- conferma l' ammiraglio Veri - ma abbiamo acquisito il capo di Stato Maggiore nel Comando Interforze (JFC Naples) e c' e' da aggiungere che le tecnologie permettono oggi di dirigere il mondo da qui come da un altro luogo''. ''Non c' e' fuga dei centri direttivi da Napoli - dice ottimista il sindaco Luigi De Magistris ai giornalisti - a Nisida restera' un Comando logistico della Marina''. L' ammiraglio di squadra Rinaldo Veri, che da Nisida ha guidato l' Operazione ''Unified Protector'' in Libia ed ha proseguito l' Operazione ''Active Endeavour'', per il contrasto del terrorismo e del traffico d' armi nel Mediterraneo, resta a tempi pieno alla presidenza del Centro Alti Studi della Difesa. E' stato l' ultimo comandante a Nisida, 41 anni dopo l' ammiraglio Gino Birindelli, che aveva inaugurato il ''Comando delle Forze Navali Nato del Sud Europa'' (Navsouth), trasferito a Napoli da Malta. Chiude una tradizione prestigiosa. Il primo comandante della struttura navale della Nato era stato, nel 1953, Lord Louis Mountbatten. ultimo vicere' dell' India sotto dominio britannico.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.