ARRESTATO GIUSEPPE MONTANERA, ERA RICERCATO PER OMICIDIO DI LINO ROMANO, VITTIMA INNOCENTE DELLA CAMORRA

Gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Napoli e del Servizio Centrale Operativo, hanno arrestato GIUSEPPE MONTANERA 37enne, detto "pippetto", mandante dell' omicidio di un pusher che pero' i killer fallirono e uccisero Lino Romano per errore.

L' uomo, latitante dal novembre 2012, è stato sorpreso dai poliziotti che avevano circondato l' edificio nel quartiere di Cercola all' interno di un appartamento in compagnia di una donna la cui posizione è tuttora al vaglio.
Montanera, esponente apicale e reggente del clan Abete, destinatario di due ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse lo scorso dicembre, una per l' omicidio di Lino Romano, ucciso per errore al posto di Domenico Gargiulo detto "sic e pnniell" ; l'altra per associazione di stampo mafioso e per l'omicidio di Gennaro Ricci lo scorso agosto 2012, è stato sorpreso all' interno della camera da letto e non ha opposto alcuna resistenza.
L' arresto è frutto di attività sinergica tra la Direzione Centrale Anticrimine – Servizio Centrale Operativo, gli agenti della squadra mobile della Questura di Napoli ed i poliziotti del Commissariato di Scampia.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.