OMICIDIO 'MAMMA CORAGGIO' A NAPOLI, ERGASTOLO A MANDANTE DENUNCIO' ABUSI SU FIGLIA E FU UCCISA

Ergastolo per Enrico Perillo, ritenuto il mandante dell'assassinio di Teresa Buonocore, la 'mamma coraggio' uccisa a Napoli nel settembre del 2010 dopo aver denunciato abusi sessuali su una delle due figlie. La condanna e' stata decisa dalla terza corte d'Assise di Napoli. La Corte d'Assise ha deciso anche di accordare un risarcimento di 20mila euro in favore dell'Ordine degli avvocati e delle altre parti civili e una provvisionale di 100mila euro ad ognuna delle due figlie della donna per complessivi 200mila euro. Gli esecutori materiali del delitto Alberto Amendola e Giuseppe Avolio erano gia' stati condannati al termine del processo con rito abbreviato (21 anni e quattro mesi il primo e 18 anni il secondo). Perillo secondo i giudici abuso' di una delle due figlie della donna, che frequentava la sua casa in quanto amica delle sue figlie. Teresa Buonocore venne assassinata a Napoli nel settembre del 2010, secondo la Procura, proprio perche' si era costituita parte civile nel processo di primo grado, ottenendo una provvisionale di 25.000euro.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.