BENI PER UN MILIONE DI EURO CONFISCATI A ESPONENTE CLAN CAMORRA "MALAPELLE"

Nella giornata odierna il personale del Centro Operativo della Direzione Investigativa Antimafia di Napoli ha completato l'esecuzione del decreto di confisca beni, emesso dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (CE) - Sez. Misure di Prevenzione - su proposte avanzate dal Direttore della D.I.A. nei confronti di:

CANTONE Raffaele, nato a Trentola Ducenta il 23.11.1960, detenuto:
L'A.G. ha disposto la confisca di un terreno, una villa disposta su 3 livelli e tre veicoli.

CANTONE Raffaele era inserito, in posizione verticistica, nel gruppo camorrista dei "Malapelle", soprannome della famiglia Cantone, operante in Trentola Ducenta e Parete, direttamente legati al capo clan Francesco BIDOGNETTI.

Lo stesso è stato protagonista di fatti eclatanti, fra cui il concorso nell'omicidio di CORONELLA Salvatore ucciso, per errore di persona, al posto di Pasquale FEDELE, che doveva pagare con la morte l'affronto arrecato a BARRA Angela, già compagna del capo clan BIDOGNETTI Francesco, in quanto non aveva più voluto continuare la relazione amorosa con la stessa. La Barra per vendicarsi, aveva fatto credere al Bidognetti che il FEDELE la stava insidiando e , inoltre, che le aveva bruciato il portone di casa. Per questo il capo clan ne aveva ordinato la morte.

Il valore complessivo dei beni sottoposti a confisca ammonta a circa 1 milione di euro.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.