SALVATORE PADUANO, 22 ANNI, ARRESTATO DAI CARABINIERI AD ANGRI. E' ACCUSATO DI AVER PARTECIPATO AD UN OMICIDIO


Salvatore Paduano, 22 anni, considerato già capo del clan Gionta, cosca con solidi legami con la mafia, ha il padre in carcere da quando aveva 5 mesi….ed è stato educato per essere boss. Era latitante già da tre anni. Sapeva muoversi beffando le forze dell'ordine e continuando a controllare il territorio. Ieri però è stato catturato dai carabinieri  ad Angri, nel salernitano, a casa di un incensurato custode di mezzi pesanti, di fronte al cimitero. Era il suo covo da almeno 15 giorni. E chi lo ospitava veniva pagato profumatamente. Il giovane padrino era sfuggito già due volte ai carabinieri. Nei suoi confronti, pende ancora un processo presso il tribunale dei Minori per la sua partecipazione all'omicidio di un affiliato al clan che aveva commesso uno sgarro, e che venne convocato dal boss e poi inseguito e ucciso dai sicari….come potete vedere in queste immagini di un circuito di sorveglianza del clan finite nelle mani dei carabinieri. L’omicidio di Ettore Merlino, pregiudicato del clan rivale degli Ascione-Papale, fu eseguito il 24 maggio del 2007 a Torre del Greco, quando Paduano aveva appena 16 anni. 

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.