OPERAZIONE ANTICONTRABBANDO DELLA FINANZA. SEQUESTRATE OLTRE 43 TONNELLATE DI TABACCHI ILLEGALI

Vasta operazione anticontrabbando disposta dal Comando Regionale Campania della Guardia di Finanza.
Da ieri, in tutta la Regione, sono all'opera 98 autopattuglie, in funzione preventiva e repressiva, e, finora, sono stati denunciati 80 responsabili e sequestrato circa 1 quintale di sigarette di contrabbando.
Il piano si inquadra nella costante azione di repressione che, dall'inizio dell'anno, ha consentito di sequestrare oltre 43 tonnellate di T.L.E., con un incremento del 112% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
Nel corso del 2012 sono stati denunciati, complessivamente, 1.338 soggetti, di cui 80 tratti in arresto e sequestrati 56 automezzi e 11 immobili, utilizzati come depositi. Dati in forte crescita rispetto agli anni passati.
I flussi illegali intercettati provengono, principalmente, via mare, dalla Cina e dalla Grecia, a mezzo container, nonché dalla Repubblica di Moldova, Polonia e Ucraina, via terra.
Un aspetto che desta allarme riguarda la salute pubblica. Le sigarette di contrabbando come dimostrato dalle analisi chimiche, sono prodotti realizzati con tabacco, cartine e filtri di scarsa qualità, contenenti, in alcuni casi, sostanze tossiche, tra cui, in particolare, arsenico e monossido di carbonio.
Inoltre, in Campania, nel solo periodo dal gennaio 2011 all'ottobre 2012, ben 15 tonnellate di sigarette sono risultate contraffatte.
Il contrabbando, poi, determina un rilevante impatto sulle entrate erariali. I tributi statali evasi, accertati nel corrente anno in questo settore, ammontano a oltre 6 milioni di euro.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.