MAFIA: DIA CONFISCA BENI PER 45 MLN A DUE IMPRENDITORI SONO DI CASTELLAMMARE DEL GOLFO (


La Direzione investigativa Antimafia di Trapani ha confiscato beni per oltre 45 milioni di euro riconducibili a due imprenditori di Castellammare del Golfo (Tp), Mariano Saracino, 65 anni, e
Giuseppe Pisciotta, 69 anni, soci nella gestione di imprese per costruzioni edili e produzione e commercio di conglomerati cementizi. Saracino e' indiziato mafioso e ritenuto a disposizione della 'famiglia' di Castellammare del Golfo ma anche dell'area palermitana, poiche' avrebbe messo a disposizione propri immobili per nascondigli di latitanti e per riunioni di mafia. L'imprenditore e' stato piu' volte condannato, con sentenze passate in giudicato, per associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione e altro. Ha svolto la sua attivita' imprenditoriale sfruttando il cosiddetto ''metodo mafioso'', attraverso l'illecita ingerenza nel settore degli appalti pubblici. Confiscati imprese, immobili, terreni, veicoli e altri beni.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.