A NAPOLI ANCHE I MORTI INCASSANO LA PENSIONE, ARRESTATA UNA VECCHIETTA DI 74 ANNI

Teresa è una arcigna vecchietta di 74 anni. Da 21 vedova anche se l’Inps non l’ha mai saputo visto che in questi due decenni ha mensilmente continuato ad erogare la pensione di invalidità al marito, nel frattempo passato a miglior vita. Il nome di Teresa, per un’intera vita donna irreprensibile ed ora arrestata dai carabinieri e messa ai domiciliari con l’accusa di essere una truffatrice (ha truaffato all’Inps 151 mila euro), è emerso da una delicata inchiesta sui falsi invalidi che a Napoli ha già portato in galera 266 persone e oltre mille sono state indagate… Un esercito di finti pazzi, falsi ciechi o comunque simulatori di malattie invalidanti che hanno consentito di truffare l’Inps per diversi milioni di euro. I carabinieri questa mattina hanno arrestato Teresa ad Ercolano, (vicino Napoli), allo sportello di un ufficio postale mentre ritirava, con una delega firmata dal marito, la pensione di invalidita' dell’uomo morto il 28 giugno 1991. Dopo l'arresto, a parziale ristoro del danno causato, i militari dell'Arma hanno sottoposto a sequestro un immobile di 120 metri quadrati a Ercolano con annesso terreno di circa 1.000 metri quadri e la somma appena ritirata all'ufficio postale, 1.250 euro. Ai carabinieri ha detto che senza i soldi della pensione del marito non avrebbe potuto sopravvivere.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.