VENDOLA ASSOLTO NEL PROCESSO SANITA'. ERA ACCUSATO DI AVER RACCOMANDATO UN MEDICO PER POSTO DA PRIMARIO

Nichi Vendola è stato assolto dall'accusa di abuso di ufficio. Dinanzi al gup del tribunale di Bari Susanna De Felice l'ultima udienza del processo a carico del presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, al termine del  quale è stata emessa la sentenza. Per il governatore e leader di Sel, che era presente in aula dove ci sono
state  brevi repliche formali delle parti. La procura ha chiesto la condanna alla pena di un anno e otto mesi di reclusione al termine del processo con rito abbreviato. Vendola era accusato, in concorso con l'ex direttore generale della Asl Bari Lea Cosentino, per la quale è  stata chiesta la condanna alla stessa pena, di abuso d'ufficio in relazione ad un concorso per primario. L'assoluzione per Vendola non è stata una novità. Si era sempre protestato innocente. Anzi aveva detto che se fosse stato condannato avrebbe abbandonato la politica.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.