PREFETTO SGRIDA PARROCO:DON MEROLA,PATRICIELLO CON GENTE

''Conosco Maurizio da sempre e lui per la sua Caivano c'e' sempre stato''. A dirlo e' don Luigi Merola presidente della Fondazione ''A voce de creature'' nel corso della presentazione del libro ''Il colore dell'Inferno'' di Antonio Del Monaco, che si e' tenuta questa mattina nel carcere di Poggioreale. Don Luigi ha criticato l'atteggiamento di De Martino. ''Non capisco come ci si possa inalberare per un appellativo come ''signora'' - ha detto don Luigi -, d'altra parte anche De Martino definendo padre Maurizio 'don' lo ha chiamato signore, perche' 'don' deriva dalla parola dominus cioe' signore appunto''. La presentazione del libro di Del Monaco e' stata l'occasione per regalare 25 libri ai detenuti. I volumi sono stati consegnati dagli allievi della Scuola Militare ''Nunziatella'' ai cinque direttori delle case circondariali in Campania: ''Una scelta precisa - ha detto del Monaco -, per sensibilizzare le coscienze e aiutare i detenuti a ritrovare la strada. Nel mio libro non a caso ho parlato dell'indurimento dei cuori 'patologia' che affligge questa societa'''. Tra i relatori anche don Roberto Comune scrittore e teologo, Teresa Abate direttore della Casa Circondariale di Poggioreale e Tommaso Contestabile provveditore regionale dell'amministrazione penitenziaria della Campania. In platea anche alcuni familiari delle vittime della camorra di cui tratta il libro: seduti Giannino Durante, papa' di Annalisa uccisa a 14 anni in un agguato di camorra il 27 marzo 2004 e il fratello di Salvatore Nuvoletta, carabiniere ucciso nel 1982, a 20 anni per celta dei camorristi.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.