NAPOLI: TRA ALCHIMISTI E ROSACROCE, UN 'MANIFESTO' PER LA RISCOPERTA DELLA CITTA' ESOTERICA

Un viaggio alla riscoperta della Napoli esoterica e un 'manifesto' per tutte le associazioni che si battono per lo studio e la diffusione della cultura simbolica e alchemica di cui la citta' e' stata sempre storicamente all'avanguardia. Nasce a Napoli il Forum permanente 'Nuove e antiche culture', promosso dall'associazione Thelema che, insieme ad altre associazioni, intende fondare un movimento "che riesca a innestare nel tessuto connettivo culturale di Napoli una nuova percezione da parte dei singoli cittadini della propria identita', non solo storica e culturale, ma anche spirituale", spiega all'Adnkronos Laura Miriello dell'associazione Thelema.
Da Miriello e' partita l'iniziativa che ha portato all'organizzazione del Forum che si terra' il 29 e 30 ottobre al Maschio Angioino di Napoli, luogo non casuale perche' "e' uno dei tanti luoghi e monumenti napoletani che portano tracce visibili dell'importanza che la cultura esoterica ha avuto nella nostra citta' nel corso dei secoli". E in effetti sono molti i segni tangibili dell'influenza che i culti esoterici, diffusi dall'arrivo degli egiziani e dalle popolazioni del Mediterraneo gia' prima della nascita di Cristo, hanno esercitato sull'architettura napoletana: dai segni sulla facciata di Palazzo Sanseverino, oggi Chiesa del Gesu' Nuovo, ai simboli templari nella chiesa di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta e del vicino campanile romanico, senza dimenticare la cappella all'interno del Conservatorio di San Pietro a Majella, Piazzetta Nilo e lo stesso castello del Maschio Angioino, che nella due giorni del convegno restera' aperto gratuitamente fino alle 22 per consentire una visita guidata alla ricerca dei simboli esoterici.
Tutte testimonianze visibili ma che negli ultimi tempi hanno colto l'attenzione di pochi perche' "rappresentano una forma di cultura poco rappresentata dai mass media - aggiunge Miriello - spesso associata al fanatismo. In pochi oggi prendono seriamente templari e rosacroce. Eppure e' storicamente accertato che Napoli sia sempre stata centro del mondo esoterico, piu' di altre citta'". Il Forum sara' quindi occasione per rivendicare questo aspetto della storia millenaria della citta' e "per dire che noi ci siamo. Conoscere piu' a fondo la nostra identita' puo' aiutare l'individuo a riconoscersi diversamente nel sociale, capire che tipo di politica, di bisogni e di cultura vuole, senza ricevere pressioni. Puo' nascere una rivoluzione positiva, e sappiamo quanto Napoli abbia bisogno di tutto cio' in questo momento". Nel corso del Forum sara' presentato il manifesto del movimento 'Nuove e antiche culture', nato da un'idea di Laura Miriello dell'associazione Thelema, Salvatore Forte e Francesco Vernetti per poi diventare un movimento culturale con l'associazione 'La casa di Mercurio'.
Tra gli obiettivi "riuscire a innestare nel tessuto connettivo culturale di Napoli una nuova percezione da parte dei singoli cittadini della propria identita', non solo storica e culturale, ma anche spirituale; favorire lo studio e la riscoperta della cultura ermetica, simbolica, alchemica, dove per 'alchimia' e 'ermetismo' si intende un particolare tipo di ricerca sulla persona; rivalutare le forme artistiche tradizionali (pittura, scultura, teatro) e piu' moderne (cinema, web) in chiave attuale". Lo scopo e' "diffondere nuovi modelli culturali e aumentare il livello di consapevolezza sociale al fine di creare la nascita di una coscienza collettiva che partendo 'dal basso' automaticamente si prenda cura degli spazi non solo urbani ma culturali della nostra citta'". La peculiarita' del movimento, sottolinea Miriello, "sara' di dare accesso e voce, attraverso l'organizzazione di eventi, forum a tutte quelle associazioni, soprattutto di giovani e liberi cittadini che fino ad ora non hanno potuto avere la possibilita' di incontro e scambio perche' impossibilitati a pagare uno spazio dove incontrarsi. Durante l'incontro saranno presentati due progetti per Napoli: 'I simboli storici come guida per i percorsi culturali di Napoli', con presentazione del progetto in 3d realizzato da Antonio del Gaizo, a cura dell'associazione Thelema e in collaborazione con il dipartimento della Facolta' di Architettura di Napoli, e 'Percorso sacro di Marechiaro', a cura dell'associazione 'La casa di Mercurio'.  

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.