COSTI POLITICA: CAMPANIA;TAGLIO 50% INDENNITA',4 MLN WELFARE CALDORO, CONTINUIAMO SU STRADA AVVIATA. ROMANO, PRIMI IN ITALIA


Il taglio del 50% delle indennita' dei consiglieri regionali e il risparmio di 4 milioni di euro da destinare al welfare ed in particolare a un possibile finanziamento della legge sugli oratori: cosi' la Campania ha intrapreso la strada della riduzione dei costi della politica come tengono a
sottolineare il governatore, Stefano Caldoro, ed il presidente del Consiglio regionale, Paolo Romano. Proprio oggi c'e' stato il via libera del Governo al progetto di taglio dei costi della politica nelle regioni, varato ieri della Conferenza Stato-Regioni. Caldoro ha affidato a twitter il suo pensiero evidenziando che ''sui costi della politica continuiamo sulla strada avviata. Vale per le Regioni, deve valere per tutti''. Stesso social network scelto dal presidente dell'assemblea campana per sintetizzare il lavoro fatto. ''Dimezzate le indennita', meno 50%, risparmiati altri 4 milioni di euro da destinare al welfare. Siamo i primi in Italia. Il rigore - aggiunge Romano - non ci trova impreparati, siamo i primi in Italia ad aver dimezzato i costi della politica, abolito le auto blu, i rimborsi spese, le consulenze. Il governo Monti ci ha dato ragione estendendo la nostra linea di sobrieta' all'intero sistema delle Regioni''. I risultati di questi giorni, si evidenzia, non nascono all'improvviso ma si parte dal taglio, nei due anni precedenti, del 30% delle indennita' dei consiglieri, dall'abolizione del rimborso per i biglietti dei treni e dell'indennita' chilometrica che da un minimo di 100 euro poteva arrivare anche a 3000 euro. Cancellazione anche per l'utilizzo delle auto blu, delle spese telefoniche e del diritto all'indennita' di funzione nei periodi di sospensione dell'attivita' istituzionale con riduzione dal 50 al 25 per cento dell'indennita' di carica ai consiglieri sospesi. Nel conto vanno messi anche il dimezzamento dei fondi destinati al funzionamento dei gruppi consiliari e all'assistenza dell'attivita' istituzionale con la riduzione del 25% delle risorse per la comunicazione. ''In ragione dei sacrifici enormi che il Governo Monti ha chiesto agli italiani - conclude Romano - auspichiamo che quel segmento della classe dirigente, politici, manager e alti funzionari dello Stato, che non ha avuto ancora occasione di dare il buon esempio, adotti quanto prima la stessa linea di rigore delle Regioni''. Gli otto consiglieri del gruppo federato 'Caldoro presidente' del Consiglio regionale della Campania, dal canto loro, sottolineano che ''i tagli ai costi della politica regionale sono necessari e siamo pronti ad approvarli immediatamente. Ci auguriamo pero' che possano aprire la strada, gia' nello stesso decreto, a misure altrettanto attese e serie''. ''Il Governo interviene in una materia in cui la Regione Campania e' all'avanguardia - lo dichiara in una nota il capogruppo reggente Pdl, Gennaro Nocera - di fatto, ad oggi, grazie alla nostra azione lungimirante le indennita' sono gia' ridotte del 50 per cento rispetto alla scorsa consiliatura, nessun altra regione in Italia ha attuato diminuzioni tali rispetto ai finanziamenti dei gruppi e al taglio dei benefit come abbiamo fatto noi''.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.