VERONA PAGHERA' 8MILA EURO PER I CORI RAZZISTI CONTRO LO JUVE STABIA

L'ammenda di 8mila euro inflitta al Verona per i cori razzisti rivolti dai propri tifosi a quelli della Juve Stabia nel corso della recente sfida di campionato disputata allo stadio Bentegodi di Verona, continua a far discutere. Oggi e' arrivata la replica della societa' campana alle dichiarazioni con le quali il patron della squadra scaligera aveva giustificato i propri sostenitori che subirebbero ''atteggiamenti sui quali sistematicamente, e in negativo, si accentra l'attenzione dei media''. La societa' Juve Stabia replica con stupore: ''E' un fatto senza precedenti che una societa' di calcio, per quanto blasonata possa essere, chieda ad alta voce che un'altra societa', militante nello stesso campionato, venga punita con una sanzione pecuniaria, mettendo addirittura in dubbio la buona fede degli organi di giustizia sportiva''. La Juve Stabia ribadisce che i cori sono stati di ''chiara discriminazione territoriale'' e che questa ''e' la quinta multa che il Verona incassa'' per analoghi comportamenti nei confronti di tifosi o giocatori avversari. Contro la Juve Stabia - ricordano i vertici del club - ci sono stati 80 minuti di insulti e improperi ''visibili su Youtube''. Viene sottolineato inoltre che ''la matricola Juve Stabia e' quest'anno in prima linea in ogni attivita' di solidarieta' e beneficenza; ogni singolo dirigente o tifoso ospite e' stato accolto al Romeo Menti con la massima e totale disponibilita'; i nostri tifosi si sono fin qui distinti per correttezza e simpatia in ogni stadio d'Italia''. Pertanto, i dirigenti della squadra stabiese ribadiscono la richiesta di condannare ''concretamente e non apparentemente la frangia ostile, violenta e razzista che con lo sport in generale, e il calcio in particolare, non ha nessun elemento in comune''.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.