GIORNO DELLA MEMORIA, INCONTRO A NAPOLI PER RICORDARE IL QUESTORE PALATUCCI NELLA CASERMA 'IOVINO'

E' stato l' ultimo Questore di Fiume Italiana, Giovanni Palatucci, precursore della Polizia di prossimita' e ''servitore non solo dello Stato, ma della gente comune e bisognosa di aiuto''. La sua figura e' stata ricordata oggi, nella Sala delle Conferenze ''Bruno'' della Caserma Iovino di Napoli, nel corso dell'incontro dal titolo ''Giovanni Palatucci, una storia italiana''. La manifestazione si e' svolta nell'ambito delle celebrazioni della ''Settimana della Memoria'', organizzata dalla Fondazione Valenzi e patrocinata, tra gli altri, dalla Questura di Napoli. Oltre all'introduzione e al saluto di benvenuto del Questore di Napoli, Luigi Merolla, ci sono stati gli interventi di Edoardo Scotti, giornalista de ''La Repubblica'', di Angelo Picariello, giornalista-scrittore, dello storico Ottavio De Grazia, del docente Aristide Donadio, di Raffaele Arcella, presidente ANEI e di un poliziotto ebreo che ha raccontato, in maniera molto toccante e commovente, quanto accadeva nei campi di concentramento, frutto di racconti tramandatigli dalla ''memoria''. Al termine della conferenza e' emersa una figura di Giovanni Palatucci, ''uomo rispettoso dello Stato ma capace di contraddire le disposizioni dei suoi superiori, in nome di un'etica di principi e di rispetto dell'uomo, per salvare migliaia di ebrei dai campi di concentramento''.

Commenti

marco ha detto…
ti ringrazio per aver definito il mio intervento commovente e toccante. se tocca e commuove , accade solo dove alberga sensibilità.

grazie
marco

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.