VIOLINISTA TAIWANESE PERDE PREZIOSO VIOLINO FABBRICATO A NAPOLI NEL 1835 IN UN BUS A PHILADELFIA CHE VIENE RITROVATO E RESTITUITO

Sventata, ma fortunata: una talentuosa violinista taiwanese, che si sta perfezionando in un conservatorio statunitense, ha perso un prezioso violino di fabbricazione italiana e, nel giro di un paio di giorni, lo ha anche ritrovato. Jessica Muchen Hsieh, una studentessa al New England Conservatory of Music, si è accorta di non aver più con sè il violino solo dopo esser scesa dall'autobus, martedi', a Philadelphia. Disperata, la giovane aveva anche rivolto un appello su una televisione locale: "Mi sto specializzando in violino: per cui, spero che mi venga restituito il violino cosi' da poter continuare gli studi perche', al momento, non posso davvero fare nulla". E il violino e' stato ritrovato, come annunciato su Twitter da un commissario di polizia locale. Fabbricato a Napoli nel 1835, il violino reca ancora una targa con il nome del liutaio, Vincenzo Jorio; ed e' stato dato alla giovane in prestito dalla Chi Mei Culture Foundation di Taiwan.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.