FESSERIE INGLESI PER INNERVOSIRE IL NAPOLI, LA STAMPA BRITANNICA LA SPARA GROSSA: ABRAMOVICH, PATRON DEL CHELSEA, VUOLE COMPRARE CAVANI E HAMSIK

E' una barzelletta, ma siccome la leggerete sui giornali, tocca spiegarla bene. Ogniqualvolta a Napoli e al Napoli le cose vanno bene, c'è chi si preoccupa di farle girare male. Vi ricordate qualche settimana prima del match clou contro il City? Si scopri che il trainer Roberto Mancini, peraltro sposato con una napoletana, volesse a tutti i costi acquistare Lavezzi, forse Hamsik e già che c'era anche Cavani. Si sa, gli sceicchi hanno i soldi e possono spendere. Non era vero niente, ovviamente. Serviva solo ad innervosire il Napoli di Mazzarri. Ora che agli ottavi della Champions al Napoli toccherà eliminare il Chelsea per andare ai quarti, indovinate che cosa si scopre? Che per risollevare le sorti del Chelsea, Roman Abramovich, che non è uno sceicco arabo ma un russo riccosfondato ed ha una montagna di euro, è pronto a fare un enorme sforzo economico per rafforzare la sua squadra. E indovinate chi vuole acquistare? A leggere il tabloid inglese "The Sun", il magnate amico di Putin sarebbe disposto a investire ben 180 milioni di euro sul mercato per rafforzare la squadra e gran parte di questa somma potrebbe finire nelle casse del Napoli, prossimo avversario dei Blues negli ottavi di Champions. In cima alla lista dei desideri, infatti, ci sarebbero Edinson Cavani, valutato 60 milioni di euro, e Marek Hamsik, per il quale potrebbero bastare invece 36 milioni. Tra gli altri obiettivi anche lo juventino Milos Krasic, per il quale il Chelsea potrebbe sborsare fino a 24 milioni, mentre il primo acquisto del 2012 dovrebbe essere Gary Cahill, che dovrebbe lasciare il Bolton per poco più di 8 milioni di euro.

Commenti

Anonimo ha detto…
se sono disposti a spendere 24 milioni di euro per un giocatore incapace di fare un dribbling, ma solo cambi di direzione, non vedo perché non possano interessarsi a un giocatore come Cavani. Il Chelsea ha la necessità di rimpiazzare Drogba

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.