BUONE NOTIZIE DAL GENERALE DEI CARABINIERI ADINOLFI ASSERISCE CHE IN CAMPANIA C'E' UN CALO GENERALIZZATO DEI DELITTI

Un calo generale dei delitti, anche piu' gravi; una sinergia tra istituzioni e forze dell'ordine rafforzata; ma anche la necessita' di non abbassare la guardia nel contrasto alla criminalita', organizzata e non, pure attraverso iniziative di educazione alla legalita'. E' il bilancio tracciato dal comandante della Legione Campania dei carabinieri Carmine Adinolfi. Secondo dati dei militari dell'Arma, gli omicidi sono stati 58, di cui 25 legati a lotte di camorra, in prevalenza con arresto degli autori; aumentate le denunce di estorsione (973) e i casi di usura (53), a conferma della crescita della fiducia dei cittadini nell'operato dei carabinieri che, anche recentemente, ha portato a diversi arresti soprattutto in provincia di Napoli. Gli arresti sono stati quasi 14 mila, di cui oltre 3 mila nell'ambito di indagini su traffico o spaccio di droga. Sequestrate circa 2 mila armi con numerose munizioni e consistenti quantitativi di esplosivi. Consistenti sono stati anche i sequestri che hanno riguardato beni della criminalita' organizzata, del valore di oltre un miliardo di euro. I casi di stalking denunciati sono stati oltre 300, quasi tutti conclusi con arresti degli autori. Di rilievo sono anche i risultati conseguiti dai reparti speciali in materia di tutela della salute, del patrimonio culturale, del lavoro e ambientale.Adinolfi ha ribadito l'emergenza di unire all'azione di controllo del territorio e di contrasto ai fenomeni attivita' di prevenzione. "L'Arma - ha sottolineato - sta intensificando, a tal fine, gli sforzi per sviluppare ulteriormente i contatti con i giovani nelle scuole e nelle parrocchie, con le famiglie, per sensibilizzarli sui problemi piu' importanti".

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.