PALAZZINA ESPLODE A FUORIGROTTA, TROVATO TRA LE MACERIE IL CORPO STRAZIATO DEL VIGILE URBANO VINCENZO MAZZARELLA. DUE LE IPOTESI: FUGA GAS O SUICIDIO

Una esplosione. Un boato sordo mentre a poche centinaia di metri si gioca la partita di calcio al San Paolo tra Napoli e Lazio. Una piccola palazzina nel cuore del quartiere Fuorigrotta viene rasa al suolo. Tra le macerie poche ore dopo i vigili del fuoco trovano un corpo straziato dalla deflagrazione. È un vigile urbano di Napoli, Vincenzo Mazzarella, 57anni. È accaduto in via Metastasio, verso le 22 circa. La causa dell'esplosione è stata con ogni probabilità una fuga di gas. Quando il vigile è entrato in casa ha innescato l'esplosione accendendo la luce. Ma sará una inchiesta a stabilire le cause esatte dell'esplosione e a stabilire se si è trattato di un incidente o se invece, altra ipotesi al vaglio, un tentativo di suicidio riuscito da parte del vigili depresso dopo la separazione dalla moglie. Anche se i vicini di casa, i colleghi e i familiari escludono questa tesi.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.