FIAT POMIGLIANO, PARTE UFFICIALMENTE LA PRODUZIONE DELLA NUOVA PANDA. È LA SFIDA DEL LINGOTTO NEL SETTORE DELLE UTILITARIE

Stabilimento "Giambattista Vico" di Pomigliano d'Arco. Ore 7,30, i primi 200 dipendenti circa della new company nata sulle ceneri della Fiat varcano i cancelli d'ingresso, timbrano il cartellino marcatempo e si sistemano nella nuova catena di montaggio per la produzione della nuova Fiat Panda. Dovrebbe essere l'utilitaria capace di mantenere in vita l'impianto industriale napoletano, mantenere i livelli occupazionali e rilanciare l'indotto in na zona economicamente depressa. Saranno prodotte poche centinaia di vetture che saranno usate per esposizioni e inviate nei cncessionar che e hanno fatto richiesta. La presentazione ufficiale della nuova Panda, il lancio su mercati, le assunzioni dei dipendenti tutti ex Fiat e la messa a regime del piano del Lingotto di produrre a Pomigliano 250 mila vetture ogni anno, sono gl altri step che saranno messi in capo entro l'anno dal management per lanciare la sfida agli altri colossi automobilistici nella fascia di mercato delle piccole utilitarie. Per ora la Panda la si può vedere girare perle strade di Napoi opportunamente nascosta sotto teli e fasce. La collaudano sfrecciando per le strade napoletane. Se regge a Napoli, va bene ovunque. Per il prezzo ocorre aspettare.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.