VA A FARE UNA TAC E MUORE DOPO UNA SIRINGA, INCHIESTA SUL DECESSO DI CARLO SANSIVIERO, 69ENNE EX FABBRO

Ha avvertito un malore ed è morto quasi sul colpo dopo che i medici gli hanno iniettato nelle vene una sostanza che serve ad evidenziare eventuali patologie con la tac…
Carlo Sansiviero, 69 anni, era un fabbro in pensione… e stava eseguendo una serie di controlli clinici per presunti problemi alla prostata. A nulla sono serviti i soccorsi immediati del personale del 118 e dell’anestesista che hanno tentato inutilmente di rianimarlo. L’anziano è morto…forse per uno choc anafilattico. Sulla cartella clinica c’è scritto decesso per arresto cardiocircolatorio… ma il magistrato che ha aperto un’inchiesta ha disposto l’autopsia sulla salma per capire se è stato fatto tutto il possibile affinché una tragedia del genere non si verificasse…
La moglie e le tre figlie dell’uomo sono sconvolte e si sono rivolte ad un legale per chiedere che si faccia chiarezza sulle cause del decesso … L’unica cosa certa che allo stato possono dire del loro congiunto è che era un uomo sano che stava eseguendo una serie di accertamenti clinici di routine a quell’età.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.