SEQUESTRATI DAI CARABINIERI DEL NAS 25 FORNI PER IL PANE NEL CASERTANO

I carabinieri del Nas di Napoli, a conclusione di una vasta operazione effettuata in collaborazione con quelli di Salerno e Campobasso e con militari del comando provinciale di Caserta, hanno disposto la chiusura di 25 panifici e di un deposito di materie prime in 10 comuni del casertano e sequestrato 30 tonnellate tra pane ed alimenti vari.
I provvedimenti - e' spiegato in una nota del comandante dei Nas di Napoli, tenente colonnello Ernesto De Gregorio - sono stati adottati perche "e' stato riscontrato il mancato rispetto degli standard previsti dalla specifica normativa sanitaria, in locali fatiscenti dal punto di vista igienico, caratterizzati da sporcizia diffusa, con pavimentazioni irregolari, pareti scrostate con segni di umidita', attrezzature e suppellettili vetuste ed intrise di sporco". In alcuni casi l'attivita' di panificazione era svolta senza le previste autorizzazioni. L'operazione a salvaguardia della salute pubblica e' stata disposta e coordinata dalla Procura della Repubblica di S.Maria Capua Vetere. I controlli hanno interessato i comuni di Trentola Ducenta, Casapesenna, San Cipriano d'Aversa, Casaluce, Villa Literno, Lusciano, Parete, Carinola, Castel Volturno ed Aversa.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.