IN GALERA PERCHE' AVREBBERO RUBATO PROSCIUTTI DA UN TIR RECUPERATO, GLI 11 FALCHI SI DICONO INNOCENTI. MA DUE COLLEGHI:ABBIAMO RAZZIATO ASSIEME

Respingono le accuse gli undici poliziotti dei Falchi arrestati con l'accusa di peculato e falso. Avrebbero saccheggiato un camion di generi alimentari (prosciutti e provoloni) dopo aver sventato una rapina. Ieri nel carcere di Santa Maria Capua Vetere si sono svolti gli interrogatori di garanzia davanti al gip di Napoli Claudia Picciotti. Agli interrogatori hanno partecipato i pm Paolo Sirleo e Maria Sepe. Gli elementi di accusa nei confronti degli agenti - che si sarebbero impossessati di circa una tonnellata di prosciutti, salumi e altri prodotti alimentari, sono costituiti soprattutto dalle dichiarazioni di due colleghi pentiti- entrambi indagati in stato di libertà - e da intercettazioni telefoniche. Al termine degli interrogatori, che si sono protratti per diverse ore, il gip si è riservato la decisione. Gli avvocati del collegio di difesa (gli avvocati Claudio Ippolito, Leopoldo Perone, Sergio Rastrelli e Gennaro Razzino) hanno formulato al giudice - che è in attesa del parere dei pm - richieste di revoca della misura cautelare o, in subordine, di adozione di misure alternative al carcere.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.