SERGIO CAPITANI, 34 ANNI, MORTO NELLA CENTRALE ENEL DI CIVITAVECCHIA E' DI TORRE DEL GRECO

Sergio Capitani, 34 anni, l'operaio morto stamani nella centrale Enel a carbone di "Torre Valdaliga Nord", di Civitavecchia, inaugurata il 30 luglio 2008, e' la terza vittima di incidenti sul lavoro avvenuti nella struttura. Altri due operai sono morti nel cantiere per la riconversione a carbone della centrale, di cui nel 2008 e' stato attivato il primo dei tre gruppi produttivi.
Il 17 ottobre del 2007 un incidente costo' la vita a Michele Cozzolino, un operaio di 31 anni, colpito in testa da un tubo di un ponteggio caduto da un'altezza di 30 metri. Era originario di Torre del Greco (Napoli) ed era dipendente di un'impresa appaltatrice. Il 24 giugno 2008, invece, mori' Ivan Ciffary, 24 anni, di nazionalita' slovacca, morto dopo essere caduto da un' impalcatura di circa 20 metri. L'operaio stava lavorando a un nastro per il trasporto del carbone alle navi.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.