ABUSIVISMO EDILIZIO SULL'ISOLA D'ISCHIA, ALTRE SEI DENUNCE GRAZIE AI CONTROLLI CON L'ELICOTTERO DEI CARABINIERI

Sei persone denunciate, due cantieri abusivi sequestrati per un totale di 500 metri quadrati per un valore di un milione e mezzo di euro: e' il bilancio dell'ultima operazione antiabusivismo dei carabinieri del comando provinciale di Napoli, d'intesa con la compagnia dei carabinieri di Ischia.
Nel corso di un servizio per la repressione dell'abusivismo edilizio sulle isole di Ischia e Procida, i carabinieri hanno denunciato sei persone che avevano costruito o ampliato immobili da adibire ad uso abitativo, alcuni anche ad uso turistico, in assenza delle autorizzazioni amministrative. Due i cantieri edili sequestrati, uno a Barano e l'altro a Casamicciola. L'attivita' e' stata eseguita anche con il supporto di un elicottero del settimo elinucleo dei carabinieri di Pontecagnano (Salerno): la visione dall'alto del velivolo ha consentito di sorprendere al lavoro tre operai mentre stavano continuando abusivamente opere edili in una localita' impervia del comune di Barano su un immobile gia' sottoposto a sequestro nel 2009. Vistisi scoperti 'dall'alto', i muratori si sono nascosti nelle cantine dell'edificio venendo però scoperti dai carabinieri della stazione di Barano che nel frattempo erano stati allertati ed inviati sul posto. "Plaudiamo all'operato dell'Arma e contestualmente non possiamo non rilevare che e' stridente il contrasto che emerge tra le proteste di piazza del cosiddetto 'abusivismo di necessita' e il fatto che sulle isole del Golfo di Napoli si continua a costruire in barba alle leggi vigenti", dichiara Ciro Troiano responsabile tutela ambiente della LAV.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.