RAPINATORE DI BANCA LATITANTE ARRESTATO. I SUOI COMPLICI ERANO GIA' STATI ARRESTATI

Rapinatore di banca, latitante, arrestato dalla polizia nel napoletano. Ciro Scarpato, 40 anni, era ricercato dal settembre dell'anno scorso, quando mise a segno un colpo ai danni di un istituto di credito di Mercogliano, nell'Avellinese, insieme a due complici. Originario di Cercola, il pregiudicato e' stato individuato ed arrestato dai Falchi, nonostante un tentativo di fuga, ieri notte, in un appartamento al secondo piano di un palazzo di via Spinello, ad Acerra. A suo carico c'era un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emesso dal gip di Avellino. All'appello con la giustizia mancava solo lui, in quanto gli altri due banditi erano gia' stati catturati dai carabinieri: sono Massimiliano Baldassarre, 33 anni, anch'egli di Cercola, ed Enzo Calise, 27 anni, di Afragola. Accusati di rapina aggravata, lesioni personali e porto abusivo di oggetti atti a offendere, i tre sono stati identificati attraverso le immagini del sistema di video-sorveglianza interno della Banca della Campania. Il 25 settembre 2009, Ciro Scarpato, Massimiliano Baldassare ed Enzo Calise si erano resi responsabile di una rapina a mano armata nella sede dell'istituto di credito avellinese. Dopo averli rinchiusi nel locale e ferito con un taglierino uno dei cassieri, che si era rifiutato di aprire la cassaforte, il terzetto si approprio' di 19mila euro circa, facendo perdere le tracce. Il 24 ottobre successivo, furono acciuffati i primi due malviventi: Massimiliano Baldassarre ed Enzo Calise, mentre il terzo, appunto Ciro Scarpato, fu abile a sottrarsi alle manette.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.