OMICIDIO DI CAMORRA A SCISCIANO.UCCISO IN UN BAR UMBERTO PALUMBO, 48 ANNI

Sono stati trovati 23 proiettili esplosi da due tipi di armi diverse sul luogo dell'omicidio di Umberto Palumbo, 48 anni, ammazzato all'interno di un bar ieri sera in via Spartivento a Scisciano, nel Napoletano. Una pioggia di fuoco sulla vittima perche' non avesse scampo.
Palumbo e' ritenuto dai carabinieri, che indagano sull' omicidio, il capo del clan Sarno nel territorio dei comuni di Scisciano e San Vitaliano, nel Nolano. Gli assassini, forse tre, sono entrati nel locale uccidendo sul colpo Palumbo. I proiettili usati per l'agguato sono stati recuperati dai carabinieri della sezione rilievi di Castello di Cisterna. Nel corso delle successive ricerche, a Somma Vesuviana e' stata trovata, completamente bruciata, una Lancia Libra, rubata a Roma il 3 marzo scorso. Al suo interno due pistole semiautomatiche ed una a tamburo, quelle probabilmente utilizzate per l'agguato.

Commenti

Anonimo ha detto…
Sono di San Vitaliano faccio le condoglianze alla famiglia Palumbo sopratutto i hai figli tutti bravi ragazzi e lavoratori.
La vita avvolte e duro e ancora piu dure e perdere un padre nella sua / vostra giovane eta e per di piu si mettono gli annunci e le notizie pubblicate sui vari giornali sia online che cartace che rendono la memoria di un uomo quasi disprezabbile a gliocchi di chi non conosce la persona di qui si parla in quel momento.
ragazzi fatevi forza tirate avanti con la testa ben alta, fate il vostro percorso di vita alla meglio come sono certo vorrebbe anche vostro padre che da oggi vi protegge dal alto del ciel accanto a chi ha secoli veglia su tutti noi.
Dal cuore sentite condoglianze.
F.

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.