IMPRENDITORI VESUVIANI ACCUSATI DI AVER FRODATO 150 MILIONI DI EURO AL FISCO PER COMPRARE ALBERGHI IN COSTIERA. INCHIESTA DELLA FINANZA DI NAPOLI

Per ora i finanzieri hanno svelato un ingegnoso meccanismo che avrebbe consentito a noti imprenditori della zona vesuviana di frodare 150 milioni di euro al fisco. I proventi della presunta evasione venivano fatti transitare attraverso un fondo immobiliare e usati per acquistare alberghi ed altre strutture riccettive in costiera amalfitana e sorrentina. I finanzieri, che indagano su delega della procura di Nola, hanno anche sequestrato il fondo immobiliare il cui valore si aggirerebbe intorno ai 20 milioni.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.