AVELLINO. AUTISTA DI SCUOLABUS MOLESTAVA I BAMBINI. ARRESTATO DAI CARABINIERI

L’uomo arrestato nella serata di ieri dai Carabinieri della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi perché accusato di essere responsabile di abusi su due fratelli di origine rumena, minori degli anni quattordici, di Conza della Campania (AV), un piccolo comune dell’alta irpinia, era l’autista dello scuolabus che quotidianamente prelevava i minori presso le loro abitazioni per accompagnarli a scuola.
Il cinquantenne, insospettabile marito e padre, arrestato dai Carabinieri, con più azioni, approfittava della fiducia concessagli dai genitori, fermandosi, durante il tragitto che quotidianamente effettuava al termine delle lezioni per riaccompagnare i bambini presso la loro abitazione, nei luoghi più disparati e sempre diversi, per abusare ripetutamente dei due giovani. Al fine di garantirsi l’immunità, spesso tentava di “comprare” il loro silenzio con regali di vario genere. Fino al giorno in cui, il più piccolo dei due, ha cominciato ad esternare alla madre timori nel salire sullo scuolabus. Da qui la denuncia ai Carabinieri, che non appena riscontrati i sospetti della donna anche facendo ricorso alle dichiarazione dei due minori, denunciavano l’uomo alla Procura della Repubblica di Sant’Angelo dei Lombardi.
Nella serata di ieri, a conclusione degli accertamenti e delle accurate indagini dirette dalla Procura della Repubblica di Sant’Angelo dei Lombardi, in particolare dal Procuratore Capo dottor Antonio Guerriero e dal Sostituto Proc. dottor Roberto Patscot, i Carabinieri di Sant’Angelo dei Lombardi hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Sant’Angelo dei Lombardi, dottor Marcello Rotondi, nei confronti dell’autista, che dopo le formalità di rito è stato associato presso la Casa di Reclusione di Sant’Angelo dei Lombardi, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.