AGENZIA IMMOBILIARE E ALBERGO PER ASSOLDARE ESCORT CHIUSE DAI CARABINIERI A NAPOLI

Un albergo e un'agenzia immobiliare, utilizzata come base per assoldare escort, sono stati sequestrati dai carabinieri in un'operazione contro il fenomeno della prostituzione in citta'. I controlli sono stati effettuati ieri notte e continuati oggi da parte dei carabinieri della Compagnia Rione Traiano, in seguito a indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli. I militari hanno anche eseguito un'ordinanza applicativa di misura cautelare ai domiciliari nei confronti di un 43enne, napoletano, di obbligo di firma ai danni di una donna, 41 anni, napoletana, e di un ventottenne, residente a Rocca San Felice, in provincia di Avellino. I tre sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata allo sfruttamento e al favoreggiamento della prostituzione. I militari hanno accertato che dietro questo mercato del sesso a pagamento c'e' un'organizzazione criminale ramificata a Napoli e Roma. Avvalendosi della copertura di un'agenzia immobiliare, il gruppo concedeva in locazione a 22 prostitute di alto bordo, italiane e straniere, appartamenti di prestigio situati in zone esclusive. I malviventi provvedevano, inoltre, a programmare gli spostamenti delle escort da aeroporti o stazioni ferroviarie ai luoghi di appuntamento, ricevendo per questa attivita' compensi elevati. Il lavoro investigativo, iniziato nel 2008, ha permesso di arrestare 14 persone, accusate di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, e porre sigilli a 6 appartamenti di valore e 2 alberghi, nelle zone esclusive di Napoli: nel centro storico, a poca distanza dal Duomo di San Gennaro, il 13 marzo scorso, e ieri, in via Megnogna.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.