SALERNO, ESAME PER LA PATENTE DI GUIDA COL TRUCCO. INCHIESTA DELLA POLIZIA STRADALE

Nel settore delle attività di prevenzione e di repressione dei reati in materia di circolazione stradale, la polizia stradale ha predisposto attività di controllo e contrasto ad ampio raggio.
In tale contesto trova collocazione l’attività portata a termine con successo dalla Squadra di Polizia Giudiziaria della Polstrada di Salerno, diretta dal Primo Dirigente Pio Russo.
Infatti ieri, 4 febbraio 2010, personale dipendente, nell’ambito di servizi appositamente predisposti, accedeva nei locali della Motorizzazione Civile di Salerno per assistere alle sedute di esame per il conseguimento della patente di guida.
In tale circostanza riuscivano ad individuare una candidata, C.A., di anni 23, da Mercato San Severino, il cui atteggiamento dava adito a sospetti ed induceva gli operatori ad intervenire.
Rinvenivano, perciò, una sofisticata apparecchiatura, abilmente occultata, che avrebbe consentito un contatto continuo con l’esterno dell’aula, dove un complice avrebbe suggerito le risposte esatte ai quesiti d’esame e quindi l’indebito conseguimento di un titolo abilitativo alla conduzione di veicoli, pur in assenza della imprescindibile conoscenza delle norme.
L’intuito e la prontezza di riflessi degli operatori, derivante anche dall’elevato grado professionale, consentiva di individuare e bloccare anche il complice, P.P., di anni 34, da Mercato San Severino, collaboratore di una nota autoscuola.
Le indagini, immediatamente avviate, consentivano di reperire elementi che lasciano supporre il coinvolgimento di soggetti provenienti da altre province.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.