PRESE LE BELVE ASSASSINI CHE TRUCIDARONO NEL CORSO DI UNA RAPINA LA TABACCAIA 80ENNE GAETANA SPINOSA

Giovanni Fierro, 37 anni, e la compagna Cristina Monica Chechile, 44 anni, uruguaiana: sono loro le belve che l’altro pomeriggio a Nocera Inferiore, nel Salernitano, hanno prima massacrato a colpi di pugni e calci e poi con un pesante lucchetto l’80enne tabaccaia Gaetana Spinosa e poi, dopo aver rubato 500 euro e alcuni pacchetti di sigarette hanno cosparso tutto di alcool e dato fuoco.
Una barbara esecuzione filmata dalle telecamere di sorveglianza. Immagini che inchiodano i due assassini immediatamente individuati ed arrestati dai carabinieri in una casa non lontana dal negozio della vecchietta… dove sono stati trovati i 500 euro e le sigarette rubate, gli indumenti dei carnefici zuppi di sangue della vittima e la cocaina di cui facevano uso..
Insomma due balordi assassini e cocainomani che per pochi euro non hanno esitato ad uccidere in maniera così barbara. Ora sono accusati di omicidio, rapina pluriaggravata, vilipendio di cadavere e incendio doloso in concorso.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.