TOPO IN TRAPPOLA A CASTELVOLTURNO, VOLEVA IMPORRE IL PIZZO AD UN COMMERCIANTE DEFINENDOSI EMISSARIO DEI CASALESI

I carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna (Napoli) e della compagnia di Mondragone (Caserta) hanno fermato Ettore Topo, 27 anni, perché ritenuto responsabile di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, si sarebbe recato dal titolare 41enne di un esercizio commerciale di Castelvolturno cercando di imporgli il pagamento di una somma di denaro da quantificare a nome del clan dei Casalesi. Un versamento di soldi che avrebbe permesso al commerciante di proseguire "tranquillamente" la sua attività. Topo è stato condotto nel carcere napoletano di Poggioreale.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.