CATTURATO A BARCELLONA PAOLO DI MAURO, REGGENTE DEL CLAN CONTINI E N. 3 DELLA LISTA DEI SUPERLATITANTI. ASSIEME A LUI C'ERA ANCHE LUIGI MOCERINO

Stavano uscendo dallo studio di un avvocato a Barcellona come due tranquilli uomini d'affari quando gli uomini della sezione catturandi della squadra mobile di Napoli li hanno bloccati: è finita così la latitanza dorata di Paolo di Mauro, 52 anni, al 3. posto nella classifica dei superlatitanti, e di Luigi Mocerino. Le valigette 24 ore non hanno ingannato i segugi napoletani e Di Mauro, latitante dal 2003, ricercato per associazione mafiosa, omicidio ed altri reati, considerato il reggente del clan camorristio Contini dopo l'arresto del boss, è finito in manette…
Di Mauro deve scontare una sentenza definitiva a 17 anni e 10 mesi di reclusione per aver preso parte alla sparatoria avvenuta il 16 febbraio 1998, davanti al carcere di Poggioreale a Napoli nell'ambito della faida tra gli esponenti del clan Mazzarella e quelli della «Alleanza di Secondigliano». L'altro arrestato, Luigi Mocerino, è conosciuto come trafficante internazionale di droga: è nell'elenco dei primi 100 superlatitanti e la sua lussuosa villa di Castelldfells, Barcellona, venne sequestrata l'estate scorsa perché ritenuta al centro di un traffico di droga fra il Marocco e l'Italia attraverso la Spagna… paese iberico che si conferma essere il buen retiro dei boss della camorra latitanti. Arresti che eccellenti che sono valsi ai poliziotti napoletani le pubbliche congratulazioni del ministro dell’nterno Roberto Maroni

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.