venerdì 11 dicembre 2009

UCCISERO FUORI IL CARCERE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE UN GIOVANE DI 23 ANNI, ARRESTATI TRE NOMADI DEL CAMPO ROM DI GIUGLIANO

Il decreto di fermo, emesso dal Tribunale di S. Maria Capua, nell'ambito delle indagini sull' omicidio di Raffaele Di Caterino,di 23 anni, di Casal di Principe, aggredito e colpito con una spranga di ferro ed una piccozza al capo nell'area antistante il carcere di S. Maria Capua Vetere e' stato eseguito dalla Squadra Mobile di Caserta nei confronti di Bobo e Bruno Seydovic, di 22 e 20 anni, entrambi nati ad Aversa ma residenti nel campo nomadi di Giugliano (Na), Claudio Adzovic ,di 20 anni, nato a Mugnano di Napoli, ma residente a Castel Volturno.
L'arresto dei tre e' avvenuto nella serata di ieri, in concomitanza con una fiaccolata organizzata a Casal di Principe da familiari ed amici di Di Caterino, morto nella sala di rianimazione dell'ospedale di Caserta dopo una agonia durata 10 giorni. Le indagini dopo l'identificazione della donna verso la quale l'ucciso ed altri amici avevano rivolto alcuni apprezzamenti si sono estese ai congiunti ed alle frequentazioni della donna anche attraverso intercettazioni telefoniche ed ambientali. Bobo Seydovic e Claudio Adzovic, sono rispettivamente il marito ed il cognato della donna al centro della vicenda, Claudio Adzovic, il fratello.

1 commento:

Zazoom Italia ha detto...

Volevo invitarti a visitare Zazoom Italia...una nuova esperieza web...
comunica in massima libertà...non è mai stato così semplice...http://www.zazoom.it
Clicca qui