mercoledì 9 dicembre 2009

FABIO QUAGLIARELLA GIA' PENSA A COME BATTERE IL CAGLIARI MA SOGNA L'EUROPA E I MONDIALI CON LIPPI

A maggio il Napoli cercherà di stare più in alto possibile ma per arrivarci bisognerà lavorare domenica dopo domenica, giorno dopo giorno e, al momento, c'e' ancora tanta strada da fare. Questo il pensiero di Fabio Quagliarella. C'è voglia d' Europa in casa Napoli e non solo perche' alle porte ci sono i mondiali e, di certo, German Denis, Fabio Quagliarella e Morgan De Sanctis, vorranno esserne protagonisti. "Dove saremo a maggio? Vogliamo vivere il campionato gara dopo gara. C'e' tanta strada da fare. Facciamo un passo alla volta. E' ovvio che spero che nel mese di maggio saremo in una bella posizione di classifica ma, da qui ad allora, c'è ancora molta da fare", dice l' attaccante di Castellammare di Stabia. "A giocare con le tre punte ci si diverte ma 'e' anche vero che bisogna badare agli equilibri'. "Hamsik ha il fiuto del gol ed e' bravo ad inserirsi. Potrebbe essere penalizzante privarci di lui negli spazi offensivi. Ci sono anche Lavezzi, Hoffer e Pia', questa squadra ha tanti bravi attaccanti e comunque il tecnico sa come fare le sue scelte. Giocare con due attaccanti fissi in area ci puo' consentire di avere piu' occasioni gol. Nel calcio italiano conta far arrivare tanti palloni alle punte. In Italia e' difficile trovare delle squadre che giocano sempre benissimo. Il Bari, per esempio, mi ha impressionato positivamente. La Roma di qualche anno fa giocava benissimo. Anche l'Inter, a tratti, gioca davvero bene. E' ovvio che solo attraverso il gioco vengono i risultati, al contrario ti puo' andar bene una o al massimo due volte in una stagione". Quagliarella sottolinea di cercare ora il gol in trasferta, "ma nella massima serenita' altrimenti si entra in un tunnel dal quale non si esce facilmente". Sulla stessa scia di 'Quaglia' anche il 'Tanque' che ringrazia Mazzarri per la ritrovata serenita' ed appartenenza al gruppo. "La Nazionale? Magari. Per il momento pensiamo a vivere partita dopo partita. A maggio speriamo di essere in alto in classifica e non solo con il Napoli. Per tutti e' importante la Nazionale. Speriamo di continuare cosi'. Il tridente? Mi sono trovato bene con Quagliarella e Lavezzi in campo. E' ovvio che stare da soli in area e' piu' difficoltoso, si fa fatica anche a trovare gli spazi. Comunque e' ovvio che ci sono anche gli avversari in campo. Rispetto a qualche mese fa mi sento importante per la squadra: prima non era cosi'. Per questo devo dire grazie a Mazzarri che ha avuto fiducia in me". Secondo il portiere Morgan De Sanctis i risultati 'aiutano a cementare il gruppo'. "Quindi questa, visti i nostri ultimi risultati, e' l'onda da cavalcare per continuare a fare bene. L' importante e' essere concreti. Io mi diverto solo quando la squadra vince. Avere piu' alternative tattiche ci puo' aiutare ad avere piu' soluzioni prima e durante la partita. A Cagliari vedremo quale sara' l'atteggiamento della squadra. I risultati aiutano a cementare il gruppo".

Nessun commento: