sabato 25 luglio 2009

UCCIDE DUE RAPINATORI A POMIGLIANO D'ARCO, LA GUARDIA GIURATA E' ACCUSATA DI OMICIDIO VOLONTARIO

La guardia giurata che ha ucciso i due rapinatori a Pomigliano d'Arco, interrogato per ore sia dai carabinieri che dal pm della Procura di Nola, è indagato per omicidio volontario ma non si esclude che lo sviluppo delle indagini possa trasformare l'accusa in eccesso colposo di legittima difesa. Nei prossimi giorni sarà effettuata anche l'autopsia sui corpi di De Falco e Tramontano per verificare se la versione della guardia giurata coincida con quanto veramente avvenuto.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Nessun cinismo da Far West, per carità, ma nemmeno toni colpevolizzanri nei confronti della Guardia Giurata. I due ragazzi si sono comportati da banditi, al di là delle chiachiere,e sono morti in azione.
Chi si difende da un'aggressione non può essere condannato.
E l'invito alla vendetta, pronunciato dagli amici degli aggressori, è sintomatico di un tessuto sociale di infima qualità che dovrebbe aprire gli occhi.
Ma forse ora è davvero troppo tardi per ogni cura.

Anonimo ha detto...

era in un posto isolato,con la ragazza, gli sfondano il vetro,gli puntano la pistola, in mente gli passa tutto ciò che potrebbero fare a lui e alla sua ragazza, si costituisce.
quest'uomo merita una medaglia non una pena!