martedì 23 giugno 2009

AMANTI ASSASSINI, UCCIDONO E SI DISFANO DEL CADAVERE DELL'EX DI LEI, UN ALBANESE. ARRESTATI DAI CARABINIERI DI MONDRAGONE. LUI ITALIANO, LEI UCRAINA

ALLA MEZZANOTTE I CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI MONDRAGONE HANNO ARRESTATO I DUE PRESUNTI RESPONSABILI DELL’OMICIDIO DI UN CITTADINO ALBANESE, IL CUI CADAVERE ERA STATO RITROVATO NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI CASTELVOLTURNO, IL GIORNO DI PASQUETTA (13 APRILE U.S.) OCCULTATO ALL’INTERNO DEL FIUME VOLTURNO, INCAPRETTATO CON CORDE E BLOCCHETTI DI FERRO. GLI INVESTIGATORI SONO RIUSCITI IN PRIMIS AD IDENTIFICARE LA VITTIMA IN OSMANI JETON, ALBANESE CL.1980, E SUCCESSIVAMENTE A RICOSTRUIRE LA DINAMICA DELL’EFFERATO DELITTO. LE INDAGINI CONDOTTE DAI CARABINIERI E COORDINATE DALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI S.MARIA C.V., HANNO PERMESSO, CON NON POCHE DIFFICOLTA’, DI RICONDURRE L’OMICIDIO ALLA PISTA PASSIONALE. IL DELITTO E’ SCATURITO DALLA PREMEDITAZIONE E COOPERAZIONE DI DUE AMANTI, UN ITALIANO ED UNA MERETRICE UCRAINA, CON IL DESIDERIO DI ELIMINARE L’EX COMPAGNO-PROTETTORE DELLA DONNA AL FINE DI NON VEDERE PIU’ OSTACOLATA LA PROPRIA RELAZIONE SENTIMENTALE. I DUE AMANTI C.G., ITALIANO CL.1967, E M.S., UCRAINA CL.1970, SONO ADESSO RINCHIUSI NELLE CASE CIRCONDARIALI DI S.MARIA C.V. E DI POZZUOLI A DISPOSIZIONE DELL’A.G.

Nessun commento: