sabato 28 febbraio 2009

IL COMUNE FA RIMUOVERE 14 BANCARELLE DAVANTI AGLI SCAVI ARCHEOLOGICI DI ERCOLANO, UN CONSIGLIERE COMUNALE PER PROTESTA TENTA DI DARSI FUOCO

Per manifestare il proprio disappunto contro un'ordinanza sindacale emessa dal Comune di Ercolano, nei confronti di 14 commercianti, un consigliere comunale ha tentato di togliersi la vita dandosi a fuoco con della benzina. E' successo in via Nuova Alveo ad Ercolano, area vesuviana. Il consigliere comunale si è cosparso di benzina ed ha minacciato di darsi a fuoco per protestare contro la sospensione della concessione a 14 commercianti dediti alla vendita di souvenir davanti all'ingresso degli Scavi. Motivo di questa ordinanza, lavori edili nella zona disposti dalla sovrintendenza. I poliziotti e gli agenti della polizia municipale hanno salvato il consigliere comunale, successivamente portato in ospedale. La polizia lo ha poi denunciato in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale e dentenzione di materiale esplodente.

Nessun commento: