mercoledì 28 gennaio 2009

TRUFFATORE DI CASORIA, MASSIMILIANO GUIDI, PARTIVA IN TRENO DA NAPOLI, RAGGIRAVA E DERUBAVA ANZIANI A MILANO E POI RIENTRAVA. PRESO DALLA POLIZIA

Sempre una scusa pronta per rendere credibile la sua storia e modi affabili per non destare sospetti. Pronto, ogni giorno, ad avvicinare in strada decine di anziani prima di riuscire a mettere a segno una truffa per cui la trasferta, da Napoli a Milano, poteva dirsi vantaggiosa. E' Massimiliano Guidi, 32enne residente a Casoria, l'uomo finito in manette dopo un raggiro di 2.500 euro ai danni di un'anziana. A bloccarlo, dopo due giorni di pedinamento, è stato un vero pool antitruffa: quattro agenti della squadra Mobile e due della polizia locale di Milano.
L'uomo, già segnalato per estorsione e droga, ha noleggiato un auto. Ha provato più volte l'approccio, ma fino a ieri nessun tentativo è andata a buon fine. "Almeno una decina gli anziani che riusciva ad avvicinare in un solo giorno" spiega il capo della squadra Mobile, Francesco Messina. A salvare un pensionato residente a Segrate e' stato il figlio: aveva appena chiuso il conto corrente. Ieri, invece, il 32enne è entrato in azione nel quartiere San Rocco a Monza. Ha aspettato la sua vittima, una donna di 86 anni, all'uscita di un supermercato e con la scusa di un incidente avuto dal figlio l'ha accompagnata in banca. Quando l'anziana ha consegnato il denaro gli agenti hanno fatto scattare le manette. Incontenibile la gioia dell'anziana, così come il rammarico dell'arrestato.

Nessun commento: